Silvia Zanetti presenta interrogazione sul parcheggio pertinenziale di San Donà: “creati evidenti disagi per i residenti”

LA DENUNCIA della Consigliera. A causa dell'alto numero di appartamenti della zona (250 circa), gli 80 posti del parcheggio non basteranno a coprire le esigenze dei residenti, con almeno i due terzi che non ricaveranno benefici da questi lavori.

Le opere intraprese per la realizzazione del parcheggio pertinenziale di circa 80 posti nella piazza di san Donà, vista la carenza di posti alternativi, stanno creando evidenti disagi per i residenti che oggettivamente non trovano una sistemazione per la propria automobile”.

E’ iniziato così l’intervento con la quale la Consigliera, Silvia Zanetti, ha voluto portare all’attenzione le problematiche sorte intorno al parcheggio della piazza di San Donà, presentando al contempo un’interrogazione al Sindaco Franco Ianeselli sull’argomento.

Silvia Zanetti ha dapprima ricordato come sia inspiegabile che non si sia provveduto, per tempo, ad adeguare le zone limitrofe con parcheggi provvisori che avrebbero potuto aiutare la popolazione residente durante tutto il periodo dei lavori, poi ha specificato come a causa dell’alto numero di appartamenti della zona (250 circa), gli 80 posti del parcheggio non basteranno a coprire le esigenze dei residenti, con almeno i due terzi che non ricaveranno benefici da questi lavori.

Altrettanto inspiegabile risulta essere stata la decisione di abbattere il centro civico -adiacente alla piazza- per fare posto al parcheggio interrato, senza che fosse deliberata una sua sostituzione con un nuovo manufatto. Stesso discorso vale per l’area giochi, molto frequentata -con annesso campetto multifunzione- eliminata sempre per fare spazio al parcheggio interrato: sarà ripristinata? Questo un altro interrogativo di cui non si conosce risposta” ha poi rincarato il Consigliere comunale.

Proseguendo nel suo intervento ha poi ricordato come sarebbe corretto prima informare e poi consultare i residenti e gli esercenti che lavorano e vivono nella zona in merito ai piani futuri per l’area sovrastante la piazza, una volta che tutti i lavori saranno ultimati.

Infine, concludendo, Silvia Zanetti ha rincarato: “Inutile ribadire che serviranno i posti macchina in egual misura a quelli preesistenti, che a rigore di logica dovranno supportare la presenza di un nuovo centro civico: si ricorda appunto che San Donà è l’unico sobborgo di tutto l’Argentario a non avere un centro di ritrovo e aggregazione con servizi essenziali degni di questo nome, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, un ambulatorio medico, un centro per gli anziani, etc.