CAOS AL CONSIGLIO COMUNALE. ZANETTI: ANCORA UNA VOLTA NESSUN SENSO DI RESPONSABILITÀ, A DANNO DEI CITTADINI

Trento, 24 marzo 2021 – “Ancora una volta dispiace constatare che, nonostante il delicato tema che questa sera ci avrebbe dovuti vedere tutti coinvolti (maggioranza e minoranza) sulla modifica al regolamento d’aula al Consiglio comunale, la mancanza di responsabilità istituzionale ha causato l’ennesimo slittamento della seduta. Per l’ennesima volta a danno dei cittadini. Per l’ennesima volta si è buttato via tempo e risorse che potevano essere già impiegate per passare oltre questi teatrini politici che non rendono onore alla città di Trento, ai trentini e all’amministrazione comunale tutta”. Lo dichiara in una nota stampa la consigliera Silvia Zanetti, che commenta con preoccupazione quanto accaduto questa sera al Consiglio comunale, dove si sarebbe dovuta tenere la discussione (in presenza, nrd.) sulla modifica al regolamento d’aula, rinviata successivamente per motivi di sicurezza, per l’eventuale possibilità di sintomi da Covid di uno dei consiglieri presenti, che non avrebbe poi abbandonato l’aula, dopo le richieste del Presidente del Consiglio comunale e le precedenti diffide. Tant’è che, sostiene qualcuno da palazzo Thun, si è dovuta presentare anche una pattuglia della polizia locale.

“Ribadisco nuovamente la necessità di una maggiore serietà da parte di tutti nei propri comportamenti. L’aula non è un circo”, ha tuonato la Consigliera. “Siamo in zona rossa, il rischio per la salute resta elevatissimo, tutti devono essere rispettosi delle limitazioni per sé stessi, ma soprattutto per gli altri. E le norme vanno rispettate”, ha infine concluso.