Viaggi all’estero per Pasqua. Arriva l’ordinanza di Speranza: “Tamponi e quarantena di 5 giorni per chi rientra da paesi UE”

Nelle ultime ore avevano destato molto clamore le polemiche sorte in seguito alla denuncia di Federalberghi sulle misure restrittive emanate dal Governo Draghi per le imminenti vacanze pasquali. Federalberghi infatti, aveva lamentato l’iniquità del divieto di uscire dal proprio comune di residenza se comparato al fatto che gli italiani, durante le vacanze di Pasqua, avrebbero potuto prendere un aereo per viaggiare all’Estero.

Oggi, forse anche per mettere la parola fine alle recenti polemiche, il Ministro della Salute Roberto Speranza firmerà un’ordinanza che dispone per tutti coloro che si metteranno in viaggio verso mete europee: tampone alla partenza, quarantena di 5 giorni al rientro ed un ulteriore tampone (che dovrà essere negativo) al termine della quarantena.

Tale misura risponde parzialmente alle proteste di ieri di Federalberghi che, per bocca del suo Presidente Bernabò Bocca, si era meravigliata del fatto che non fosse stata nemmeno previsto il periodo di quarantena per chi rientra dall’estero, ribadendo comunque come sarebbe stato opportuno che il Governo “liberasse” dalle restrizioni almeno le persone con tampone negativo o vaccinate.

A seguito della firma dell’ordinanza, tra i primi ad intervenire è stato il leader della Lega, Matteo Salvini, che in merito ha dichiarato: Meglio tardi che mai. Spero che il ministro Speranza restituisca dignità agli operatori del turismo italiani, che altrimenti si vedevano beffati”. Salvini ha poi invitato la popolazione, italiana e straniera, a venire in Italia la prossima estate, aggiungendo come le isole italiane siano molto più belle delle “competitors” straniere.