Vaccini Covid: il target settimanale del Trentino supera le 20.000 somministrazioni

Il Piano vaccinale Anticovid, gestito ora dal Commissario Figliuolo, prevede dei target giornalieri e settimanali di somministrazioni per ogni Regione e Provincia Autonoma d’Italia. I target, che diventeranno via via sempre più ambiziosi, servono a imporre quella svolta nella campagna vaccinale ritenuta da più parti opportuna per tornare alla normalità già nel corso di quest’estate.

L’obiettivo finale del Piano vaccinale è di arrivare alle 500.000 somministrazioni giornaliere su base nazionale, da raggiungere entro le prossime due settimane, così da poter immunizzare la maggior parte della popolazione entro l’estate. I valori target sono specifici per ogni Regione, con l’indicazione di due target per le Province autonome di Trento e Bolzano, nell’ottica di un aumento progressivo dei cittadini a cui somministrare i vaccini. Questi valori vengono definiti sulla base di una gradualità che consentirà di raggiungere gli obiettivi auspicati, tenendo sempre conto della disponibilità di dosi.

Il criterio di distribuzione delle dosi è stato rivisto dalla Struttura Commissariale, che ha imposto il principio “una testa, un vaccino“, trovando anche il parere favorevole della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ed entrando in vigore già dal 15 aprile. Il computo generale delle dosi attribuite a oggi dall’inizio della campagna vaccinale sarà ricondotto al nuovo principio adottato, attraverso un piano di recupero graduale.

L’obiettivo numericamente più ambizioso è stato indicato per la Lombardia, con 357.000 somministrazioni settimanali e 51.000 giornaliere, seguita a ruota da Lazio e Campania, con un obiettivo giornaliero di 30.000 somministrazioni. L’Alto Adige ha 3.000 dosi giornaliere di target, così da arrivare a 21.000 somministrazioni a settimana, mentre il Trentino ha numeri leggermente più alti, con 3.100 vaccinazioni giornaliere e 21.700 settimanali.

L’obiettivo, quindi, sarebbe di somministrare in una settimana almeno una dose di vaccino a poco meno del 4% della popolazione della Provincia Autonoma di Trento. Al momento i trentini che hanno completato il ciclo vaccinale sono 41.056 (dati Il Sole 24 ORE), pari al 7,5% della popolazione.