Beve troppo: finisce in arresto per violenza

Minacciava la famiglia, portato via dai Carabinieri

Ieri sera, la Centrale Operativa dei Carabinieri di Trento, per il tramite del Numero Unico di Emergenza 112, ha ricevuto una richiesta d’intervento da alcuni residenti in via Brennero, che segnalavano che un loro parente, ospite in casa da qualche tempo, aveva ecceduto con l’alcol, divenendo particolarmente aggressivo e violento, tanto da averli indotti a lasciare la loro stessa abitazione, per timore che giungesse ad aggredirli.

Dal pomeriggio aveva cominciato a bere e quindi a insultare i presenti, fino a assumere comportamenti violenti verso chiunque lo avvicinasse.

I Carabinieri in turno della Sezione Radiomobile si sono quindi portati nella zona nord e assunte maggiori e più dettagliate informazioni dai presenti, che avevano richiesto aiuto, sono intervenuti nell’abitazione, dove il 23enne colombiano con qualche precedente, si è ulteriormente alterato alla vista dei Carabinieri e rifiutandosi di seguirli in caserma, ha cominciato a spingere i militari. Richiesto l’ausilio di un’altra pattuglia i militari hanno indotto il giovane a più corretti comportamenti, contenendone l’irruenza.

A causa del suo comportamento, il giovane colombiano è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e è trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale, in attesa di essere giudicato per direttissima domani.

Foto di archivio Discoteca Orizon