Nadia Battocletti, 5000 da record a Milano

Nella cornice dell'Arena Civica milanese, Nadia Battocletti ha migliorato il record italiano under23 dei 5000 metri correndo in 15'36"39

Il talento della nonesa Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) ha illuminato l’Arena di Milano. Nella gara che riportava la grande atletica nello storico impianto milanese dopo il restyling terminato nello scorso ottobre, la giovane azzurra ha trionfato nei 5000 metri con il crono di 15:36.39 siglando così la migliore prestazione italiana under 23: superato dopo quasi 32 anni il 15:37.59 di Orietta Mancia del 1989.
La ventunenne di Cavareno, seguita a bordo pista dal padre e allenatore Giuliano, ha abbattuto il personale di quasi dieci secondi rispetto al 15:46.26 di Modena dello scorso ottobre, peraltro in una prova senza avversarie del suo livello alla Walk&Middle Distance Night, rimanendo completamente in solitaria negli ultimi due chilometri. 

Due volte campionessa europea under 20 nel cross, due volte a medaglia nelle rassegne europee juniores in pista (bronzo a Grosseto 2017 nei 3000, argento a Boras 2019 nei 5000), la futura ingegnera compie un altro passo in avanti verso l’atletica che conta, spinta dalla sua tradizionale corsa elegante ed efficace. “Sono molto felice, è sempre bello battere un record – le parole di Nadia Battocletti – mi è piaciuta soprattutto la prima parte, ero davvero convinta e aggressiva nei primi tre chilometri. Purtroppo una delle lepri è partita un po’ troppo forte, l’altra mi ha aiutato per un chilometro circa, ma io fino al 3 km (9:19 il passaggio ufficioso, ndr) mi sono sentita davvero bene. Ora devo lavorare molto sulla tenuta nel finale, perché ho sofferto. Ero stanca e c’erano doppiaggi da fare, non era semplice riprendere il ritmo. Mi porto a casa questo primato e penso alle gare di maggio: alternerò 800 e 1500 per potenziare la velocità prima di dedicarmi ai 5000 di Andujar in Spagna il 22 maggio. Obiettivo Europei under 23 di Bergen, certamente, ma un pensierino alle Olimpiadi di Tokyo vogliamo farcelo”. Impegnativo, a dir poco, la standard di qualificazione: 15:10.00. Ma perché non provarci? Da applausi anche la ventenne Giovanna Selva (Sport Project Vco) che dopo le belle impressioni della stagione del cross viola la barriera dei 16 minuti (15:59:00), terza dietro alla burundese Cavaline Nahimana (Libertas Runners Livorno, 15:52.27).

Nella medesima cornice, terzo posto e primato personale per Pietro Pellegrini (Atletica Valle di Cembra) nei 1500 metri. Il sembrano figlio d’arte ed allenato dal padre Ivano ha completato la propria gara con il nuovo personal best di 3’48”05 segnando un miglioramento di oltre 2” nella gara che ha regalato l’eccellente 3’39”80 del ventenne coetaneo Matteo Guelfo, con Giovanni Filippi (3’42”09) a meritare il secondo posto.

Nella medesima serie, settimo tempo per l’ancor più giovane sedicenne beseno Simone Valduga (Us Quercia Trentingrana), autore di un 3’55”00 di buon auspicio per il proseguo della stagione. Buoni riscontri anche per Linda Palumbo (Sudtirol Team) e Luna Giovanetti (Atletica Valle di Cembra), sempre nei 1500: la vittoria è andata alla bellunese Elisa Bortoli in 4’20”90 con la ventiduenne Palumbo quarta in 4’34”50 e la piazza giovane Giovanetti sesta sul piede del 4’37”27; diciannovesima l’altra cembrana Lia Nardon (4’50”41).

Vittoria targata Us Quercia Trentingrana quindi nei 2000 siepi, per merito del trevigiano Giovanni Gatto che con 5’48”24 ha avuto la meglio su Carmelo Cannizzaro (5’55”45) e Aymen Ayachi (6’08”54).

Tra i cadetti, quarto posto nei 1200 siepi per il rotaliano Riccardo Andreatta (Atletica Rotaliana, 3’39”37) mentre Alan Gosetti (Atletica Rotaliana) ha completato i 1000 metri al 16° posto con 3’08”55.

Questo pomeriggio al Campo Scuola Covi Postal di Trento è in programma il Meeting Giovanile Trentino: tra i trecento iscritti, spiccano le presenze di alcuni delle promesse nostrane, a partire dalla padrona di casa Nancy Demattè (Atletica Trento, 200) per arrivare ad Alessandra Bolzon (Atletica Clarina, triplo) passando da Daniel Rocca (Lagarina Crus Team, 800) con Lorenzo Ianes atteso all’impegno nella 4×100 dell’Athletic Club 96 Alperia; il via delle competizioni è previsto per le ore 14.

Foto TopTraining comunicato FIDAL