Premio di solidarietà del Trento Film Festival

Dopo aver ricevuto ieri il Premio Lizard  – Viaggio e avventura,  il regista Francesco Catarinolo e il produttore Gianluca De Angelis tornano in sala oggi per vedersi consegnato il Premio Solidarietà Cassa Di Trento per il loro film La casa rossa (Italia, Groenlandia/2020/82′). 

Il Premio è istituito dalla Cassa di Trento per l’opera che meglio sappia interpretare le situazioni di povertà, ingiustizia, emarginazione ed isolamento sociale che, nella solidarietà e nell’aiuto reciproco, possano trovare riscatto, come avvenne alle origini del movimento cooperativo nelle vallate e nelle montagne del Trentino. 

«Robert Peroni lascia l’Europa e torna a stabilirsi fra le nevi ed i ghiacci nella Groenlandia orientale – che aveva esplorato nel 1973 – dove vive la popolazione degli Inuit, civiltà millenaria privata nel corso del tempo della principale forma di sostentamento economico: la caccia alla foca» si legge nella motivazione della giuria, composta da Ermanno Villotti, Andrea Schir e Franco Dapor. «La sua scelta si rivela come una fondamentale lezione di solidarietà per tutti noi e ci insegna che la vita degli altri è anche la nostra vita, ed ognuno di noi, con le proprie forze, collabora alla costruzione del bene comune. Fondando la “Casa Rossa”, un rifugio che offre lavoro ed un’opportunità di dignitosa rivalsa per coloro che sono posti ai margini dell’alienazione sociale, sottopone il tema della transizione ecologica e della necessità di coniugare il futuro di un luogo, che appartiene ai giovani e a quelli che vogliono vivervi, con la trasformazione radicale del sistema economico, verso un modello sostenibile che renda meno dannosa per l’ambiente la produzione commerciale e, in generale, lo stile di vita delle persone».