Vaccini. Figliuolo: “Si apre a tutte le classi. Dal 3 giugno stop a fasce d’età”

Free picture (Vaccine) from https://torange.biz/vaccine-18876

Dal 3 giugno si darà possibilità a tutte le regioni e province autonome di aprire a tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione anche quelli aziendali.”

E’ iniziato così l’intervento con il quale il Commissario Straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Figliuolo, ha reso noto che dal prossimo 3 giugno verrà dato il via libera alle vaccinazioni per tutte le classi d’età a partire dai 16 anni, durante una visita al centro vaccinale umbro di Bastia Umbria.

Dopo aver affermato come non verrà più utilizzato il criterio delle fasce d’età per la somministrazione dei vaccini anti-Covid, Figliuolo ha però specificato come le dosi a disposizione saranno “solamente” 20 milioni, invitando contestualmente le regioni a regolarsi sul numero di dosi così da evitare “la rincorsa all’io ne voglio di più”.

In un altro passo particolarmente significativo del suo intervento, il Commissario ha anche toccato il tema del vaccino agli adolescenti, affermando, come riporta ANSA: “Gli adolescenti li avevo già inseriti nel piano vaccinazioni presentato a marzo”. Specificando poi come la popolazione adolescente italiana tra i 12 e i 15 anni conti circa 2 milioni e 300 mila persone.

Quello dei vaccini agli adolescenti, è uno dei temi caldi delle ultime ore, lo scorso 10 maggio l’ente governativo statunitense, Food and Drug Administration (FDA) aveva approvato l’utilizzo dei vaccini anche per la popolazione adolescente, misura che nelle prossime ore dovrebbe approvata anche dall’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e dovrebbe includere anche la fascia 12-15 anni.

Una volta approvati dall’EMA anche l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ne autorizzerà l’utilizzo, permettendo anche in Italia la somministrazione dei vaccini anti-Covid anche per la fascia d’età 12-15 anni.