Covid. Speranza: “Fino a quando il numero delle morti non sarà zero in tutta Italia ci sarà ancora una battaglia incompiuta”

photocredit: Dipartimento Protezione Civile

“Fino a quando il numero delle morti per Covid non sarà zero in tutte le Regioni italiane ci sarà ancora una battaglia incompiuta. Ma rispetto a bollettini drammatici, con centinaia di cittadini che perdevano la vita, ora siamo in un altro periodo di questa battaglia.”

E’ iniziato con queste parole l’intervento con il quale, il Ministro della Salute Roberto Speranza, ha voluto commentare la situazione epidemiologica italiana anche considerato il prossimo stop all’utilizzo delle mascherine all’aperto in zona bianca, durante la presentazione dello studio “I Cantieri per la Sanità del Futuro” di Censis e Janssen Italia.

Come riporta ANSA, il Ministro proseguendo nel suo intervento ha rivendicato l’approccio graduale con cui è stata organizzata la riapertura del paese, chiarendo come questa, avvenuta dopo lunghi confronti con gli scienziati, sia stata fondamentale per il raggiungimento della “tranquilla” situazione odierna.

“La vera svolta per la lotta alla Covid-19 è sicuramente la vaccinazione che ci ha permesso di fare una campagna poderosa; 46,5mln di dosi somministrate, più di un italiano su due ha avuto la prima dose. Ieri ne abbiamo fatte circa 540mila” ha affermato ancora Roberto Speranza.

Che, prima di concludere il suo intervento, ha ribadito come la campagna vaccinale italiana continui spedita il suo percorso e come i vaccini siano il vero strumento che permetterà di “chiudere” definitivamente con il Covid e portare il paese fuori da “una stagione così drammatica” per poi aprirne una “così diversa”.

Infine, il Ministro della Salute ha ricordato come ora, sia importante continuare a combattere contro il Covid-19 con energia e determinazione, così da poter portare il paese davvero fuori da questa drammatica pandemia.