Droga e Armi in Valsugana, arrestato cinquantenne

Nel tardo pomeriggio di ieri, in Civezzano, i Carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana hanno tratto in arresto un 50enne italiano, artigiano, pluripregiudicato, per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale di arma comune da sparo.

Nell’ambito delle consuete attività informative svolte sul territorio, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Borgo Valsugana sono venuti a conoscenza che una ditta di sabbiature industriali, ubicata nella zona industriale di Civezzano, potesse essere utilizzata da alcuni pusher per nascondere della sostanza stupefacente, destinata ai tossicodipendenti della zona. Su queste indicazioni è stato deciso il controllo della struttura, con il concorso del personale delle Stazioni Carabinieri di Baselga di Pinè e Pergine Valsugana, che hanno perquisito l’azienda.

Individuato il titolare, i militari hanno verificato l’intero capannone industriale e nascosti all’interno di un freezer -posto nell’area ufficio- sono stati trovati circa 50 grammi di cocaina, in frammenti. Successivamente, in un armadietto nell’adiacente spogliatoio, occultata all’interno di un paio di scarponi, è stata rinvenuta una pistola marca DREYSE, modello M-1907, calibro 7,65 mm, completa di caricatore con 27 proiettili, il tutto illegalmente detenuto e pertanto sequestrato.

Il 50enne è stato tratto in arresto in flagranza, per detenzione illegale di armi e di stupefacente ai fini di spaccio, venendo ristretto agli arresti domiciliari e posto a disposizione dell’A.G., per essere sottoposto nella mattinata odierna al giudizio con rito direttissimo.

Foto GazzettadelleValli