LE PAROLE GIUSTE Cosa dire e cosa NON dire ai nostri bambini in tutte le situazioni della vita quotidiana

Bambini e genitori

 

Perché ai nostri figli è meglio dire ‘sarò felice di rivederti’ piuttosto che ‘mi
manchi’?
Come diceva Platone: ‛Le parole mal pronunciate fanno male all’anima’. Tutti
siamo sensibili alle parole, quando ci rassicurano e ci rallegrano e anche quando
ci aggrediscono e ci paralizzano. Per questo motivo, usare parole giuste, vere,
affettuose e rasserenanti è una chiave fondamentale dell’educazione, dalla culla
all’età adulta, per dare ai bambini gli strumenti adatti a diventare persone felici,
responsabili e capaci di amare.

Attraverso l’esame di tante possibili situazioni quotidiane, questo saggio propone
un filo conduttore, un metodo preciso di ascolto, dialogo e risposta ai
comportamenti infantili. Per ciascuna situazione offre consigli pratici – corredati
di chiare e sintetiche spiegazioni sulla psicologia infantile – composti da frasi da
dire, frasi da non dire, obiettivi e stratagemmi. Un manuale semplice ed efficace
per interagire con i figli e aiutarli a collaborare, una guida preziosa per sostenere
genitori e educatori nel loro compito più importante e delicato: comunicare con i
bambini.
Dall’indice:

  • Quando il bambino si sveglia di notte
  • Quando il bambino sta per avere un fratellino o una sorellina
  • Quando il bambino è affidato a una tata o va all’asilo nido o alla scuola
    dell’infanzia
  • Se il bambino si infuria e fa un capriccio tremendo
  • Se il bambino ha paura
  • Se la nostra pazienza è al limite
  • Spieghiamo al bambino il senso delle ‘parole magiche’
  • Lasciamo che il bambino sviluppi da sé la sua autonomia
  • Stimoliamo il bambino che non ha voglia di fare i compiti
  • Se il bambino è timido
  • Se il bambino riceve insulti e/o botte a scuola
  • Le 10 chiavi della felicità
    «Ci saranno sempre momenti in cui ci lasceremo prendere la mano, in cui le
    parole ci usciranno di bocca troppo presto o male e ci pentiremo delle nostre
    reazioni. Ma ci saranno anche momenti in cui ci stupiremo di noi stessi, perché
    avremo mantenuto la calma e usato le parole giuste, e allora potremo essere fieri
    del nostro comportamento e di quello dei nostri figli».
    BERNADETTE LEMOINE è una psicologa e psicoterapeuta, autrice di numerosi
    saggi tradotti in diverse lingue.
    DIANA DE BODMAN è scrittrice, responsabile della comunicazione in ambito
    sanitario e madre di quattro figli. Da anni collabora con Bernadette.