Cybersicurezza. Intesa fra Trentino Digitale e Polizia postale contro gli attacchi informatici

La protezione dei dati, soprattutto quelli sensibili, la sicurezza delle reti e dei sistemi informativi sono aspetti essenziali nella definizione della qualità dei servizi informativi. La violazione delle banche dati, ad esempio, oltre a mettere a rischio il diritto alla privacy delle persone, compromette l’erogazione di servizi digitali ritenuti essenziali.

Le cronache riportano periodicamente di attacchi informatici ai danni di importanti società, enti o istituzioni. E’ in questo contesto che si inserisce l’accordo di collaborazione sottoscritto oggi tra Trentino Digitale e la Polizia Postale e delle Comunicazioni di Trento, alla presenza del vicario del questore Luigi Di Ruscio e del presidente di Trentino Digitale, Carlo Delladio.

L’obiettivo è la protezione delle reti e dei sistemi da attacchi e crimini informatici. Il compartimento della Polizia dedicato ai reati online collaborerà in maniera continuativa con l’unità Security di Trentino Digitale.

L’accordo sottoscritto oggi conferma la volontà della società di sistema della Provincia autonoma di Trento di investire nella qualità dei servizi e, come in questo caso, nella sicurezza. Trentino Digitale tratta ogni giorno milioni di dati e custodisce le informazioni dei cittadini e della pubblica amministrazione trentina. Nel conteso digitale, la sicurezza non è attività spot, bensì un’area di continuo sviluppo e ricerca, a tutela delle nostre reti, vere e proprie autostrade digitali attraverso cui corrono i servizi del Trentino” ha fatto sapere in merito l’azienda.

Il protocollo d’intesa consentirà a Polizia postale e Trentino Digitale di sviluppare un piano di collaborazione volto “alla condivisione e all’analisi di informazioni idonee a prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti in pregiudizio delle infrastrutture informatiche della società di sistema”.

Inoltre, sarà facilitata la segnalazione di emergenze relative a vulnerabilità, minacce ed incidenti ai danni della regolarità dei servizi di telecomunicazione, così come la sinergia permetterà, in caso di attacco, di risalire con maggiore precisione all’identificazione dell’origine e alla gestione ottimale di situazioni di emergenza.

Trentino Digitale e Polizia postale promuoveranno un programma di formazione congiunta sui sistemi e sulle tecnologie informatiche utilizzate, nonché sulle procedure di intervento per prevenire e contrastare tentativi o accessi illeciti.

“Il protocollo siglato oggi consente di conseguire l’importante obiettivo di definire l’adozione di moduli operativi volti ad incrementare i livelli di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi degli Operatori di servizi essenziali (OSE), presenti sul territorio provinciale. Inoltre, l’intesa permetterà l’interscambio continuativo di informazioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto di possibili attacchi informatici. Trentino Digitale e Polizia postale concordano circa l’importanza dei servizi essenziali per lo sviluppo sociale ed economico del nostro territorio” ha dichiarato invece il vice questore Alberto Di Cuffa, dirigente del Compartimento Polizia postale e delle comunicazioni Trentino Alto Adige.

Trentino Digitale ha accorpato la gestione della cybersecurity di tutte le infrastrutture tecnologiche
pubbliche, ossia data center, rete geografica, reti locali e postazioni di lavoro, in un’unica struttura di gestione della Security. L’unità è impegnata nella gestione dei processi di sicurezza a protezione dell’infrastruttura Ict provinciale.

“La struttura, attraverso un Security Operation Center (Soc) attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, monitora l’infrastruttura Ict al fine di migliorare la riservatezza, l’integrità e la disponibilità dei dati e dei servizi della pubblica amministrazione locale” ha infine spiegato Pierluigi Sartori, responsabile della sicurezza di Trentino Digitale.

(Fonte: Provincia Autonoma di Trento)