Caro bollette. Per Coldiretti: “da rincari effetto valanga sulla spesa”

“La stangata in bolletta con i maxirincari di luce e gas hanno un effetto valanga sulla spesa a tavola aumentando i costi di produzione della filiera agroalimentare, con aggravi per i cittadini e le imprese.”

Questo è quanto affermato da Coldiretti a seguito dei nuovi rialzi delle tariffe energetiche. Rincari che, nonostante l’intervento del Governo da 3,5 miliardi, hanno visto il ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani annunciare un provvedimento strutturale per contenere gli aumenti.

“I rincari energetici si trasferiscono sui costi di produzione nella catena del cibo come quello per gli imballaggi, dalla plastica per i vasetti dei fiori all’acciaio per i barattoli, dal vetro per i vasetti fino al legno per i pallet da trasporti e alla carta per le etichette dei prodotti che incidono su diverse filiere, dalle confezioni di latte, alle bottiglie per olio, succhi e passate, alle retine per gli agrumi ai barattoli smaltati per i legumi.  Il risultato è che, ad esempio, quando si acquista una passata al supermercato si paga più per la confezione che per il pomodoro contenuto” ha annunciato Coldiretti.

Agli aumenti in bolletta si aggiungono peraltro quelli dei prezzi dei carburanti, dalla benzina al gasolio che rischiano di scatenare una tempesta perfetta per le tasche degli italiani in un Paese dove l’85% delle merci viaggia su strada e i costi della logistica arrivano ad incidere fino dal 30 al 35% su prodotti freschi per frutta e verdura secondo una analisi della Coldiretti su dati Ismea.

In questo contesto servono interventi strutturali per dotare il paese di una riserva energetica sostenibile puntando sulla filiera del biometano nel quale l’agricoltura italiana è all’avanguardia e che può contribuire al raggiungimento dell’obiettivo europeo del contenimento delle emissioni.

“Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) rappresenta in questo senso un’opportunità importantissima per il pieno sviluppo del potenziale offerto del settore del biometano agricolo con l’obiettivo di arrivare alla produzione del 10% di gas rinnovabili nella rete del gas nazionale” ha poi concluso Coldiretti.