Bressanone: arresto per resistenza

Bressanone-Brixen, mercoledì 11 agosto 2021. I militari della Compagnia Carabinieri di Bressanone hanno arrestato un giovane straniero, accusandolo dei reati di violenza, resistenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale oltre che di quello di
danneggiamento.
Un’autopattuglia dell’aliquota radiomobile e una della stazione di Chiusa, nella
zona di via Roma, in pieno centro città, ha individuato un gruppo di stranieri che, a
causa dello smodato consumo di alcool e sostanze stupefacenti, erano venuti alle
mani, dando luogo ad un’accesa colluttazione. Gli stessi, in preda a una violenta
foga, hanno tentato di aggredire anche i militari intervenuti che, nonostante la
situazione di pericolo, hanno riportato l’ordine e sottoposto a controllo gli animosi.
Tra questi ultimi, tutti stranieri, uno in particolare, un ventiseienne della Macedonia
del nord già conosciuto per i suoi numerosi precedenti, è stato tratto in arresto e
dovrà rispondere davanti al Giudice per i reati di oltraggio, minaccia, violenza e
resistenza a pubblico ufficiale, nonché del danneggiamento di una delle auto di
servizio intervenute sul posto.
L’operazione rientra in un vasto piano di servizi e controlli svolti in zone della città
poste sotto particolare osservazione, con il preciso intento, da parte della
Compagnia Carabinieri di Bressanone, di scongiurare qualsiasi episodio o situazione
di degrado urbano e garantire, al contempo, l’ordine, la quiete ed rispetto delle
regole di civile convivenza.