Wang Yi incontra il Premier italiano Mario Draghi: rafforzare le relazioni Cina-Italia

Le relazioni tra Cina e Italia hanno mantenuto un buon ritmo di sviluppo. Lo ha detto il Consigliere di Stato e Ministro degli Esteri Wang Yi durante un incontro con il Presidente del Consiglio italiano Mario Draghi a margine del G20.

Entrambi i Paesi – ha detto Wang – sono antiche civiltà e possono guardare allo sviluppo dell’altro con un atteggiamento inclusivo e accettare in modo pacifico le reciproche differenze. Wang ha poi affermato che la Cina è pronta a importare un maggiore numero di prodotti di alta qualità dall’Italia e spera che il Bel Paese possa garantire un ambiente commerciale aperto, equo e non discriminatorio per le aziende cinesi. Wang ha inoltre affermato che le due parti dovrebbero sostenersi a vicenda nelle rispettive edizioni delle Olimpiadi invernali di Pechino e delle Olimpiadi invernali di Milano e prendersi cura degli interessi fondamentali l’una dell’altra, esprimendo la speranza che l’Italia continui ad aderire alla politica di una sola Cina. Draghi ha sottolineato che l’Italia aderisce alla politica di una sola Cina e sostiene le Olimpiadi invernali di Pechino. L’Italia non adotterà politiche discriminatorie nei confronti delle imprese cinesi, ed è disposta a rafforzare la comunicazione e il coordinamento con la Cina per affrontare il cambiamento climatico e altre questioni. Tra le due parti è poi seguito uno scambio di opinioni sulle relazioni tra la Cina e Unione Europea (UE). Nel ricordare che Cina e UE sono partner e collaboratori piuttosto che rivali e concorrenti, Wang ha espresso la speranza che la parte europea sostenga l’autonomia strategica, escluda l’ingerenza da parte di tutte le parti e crei consenso sul dialogo e sulla cooperazione. 

La Cina è pronta a continuare ad espandere la cooperazione pratica con l’Italia e spera che l’Italia possa fornire un ambiente imprenditoriale aperto, equo e non discriminatorio alle imprese cinesi.

Lo ha affermato il 29 ottobre il Consigliere di Stato e Ministro degli Esteri Wang Yi durante un incontro con il Ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio. Wang ha detto che la Cina attribuisce grande importanza allo status e al ruolo dell’Italia, la sua partnership con l’Italia è di prioritaria importanza. Wang ha poi esteso il sostegno della Cina al vertice G20 di Roma sotto la presidenza italiana. La Cina è pronta a lavorare con l’Italia per promuovere il G20, sostenere il multilateralismo, rifiutare l’unilateralismo e il protezionismo, tenere alta la bandiera dell’unità e promuovere una forte ripresa e crescita dell’economia globale. Wang ha ricordato che la Cina è disposta a delineare un elenco di priorità per la cooperazione con l’Italia e continuare a promuovere la cooperazione tripartita, in modo che i due Paesi continuino ad essere all’avanguardia nella costruzione congiunta di alta qualità della Belt and Road. La Cina è pronta inoltre a promuovere la cooperazione reciprocamente vantaggiosa dei due Paesi in settori quali energia, aerospaziale, comunicazioni, green, digitale e agricoltura. Di Maio ha affermato che la parte italiana è pronta a rafforzare il coordinamento e la cooperazione con la Cina, a perseguire il multilateralismo e compiere sforzi congiunti con la Cina per affrontare le sfide globali. L’Italia aderisce fermamente alla politica di una sola Cina. Le due parti hanno inoltre concordato di sfruttare l’Anno della cultura e del turismo Cina-Italia per promuovere scambi interpersonali e culturali.