ITAS Trentino cede per 3 set a 0 in Umbria

Il PalaBarton di Perugia respinge l’Itas Trentino nel big match del quinto turno di regular season SuperLega Credem Banca 2021/22. I padroni di casa della Sir Safety Conad hanno infatti confermato la loro imbattibilità in campionato, regolando i gialloblù in tre set al termine di una partita a senso unico, in cui il servizio ha scavato un solco profondo fra le due formazioni già nel primo set e fatto la differenza anche nei successivi, quando la contesa è stata più combattuta.
Con la potenza della sua battuta (a segno direttamente 12 volte, 7 col solo Leon) ma anche con quella dell’attacco di palla alta, gli umbri hanno subito messo spalle al muro la squadra di Lorenzetti che, senza Michieletto, ha sofferto in seconda linea ma anche a trovare soluzioni a rete quando la palla è stata giocabile per Sbertoli. Perso nettamente il primo periodo, nel secondo e terzo Kaziyski e compagni hanno provato a rispondere colpo su colpo, smarrendosi però nel finale quando lo stesso Leon ed Anderson sono tornati a fare la voce grossa in fase di break point. Fra i gialloblù si salvano Pinali (best scorer trentino con 9 punti ed il 53% a rete) e l’ex di turno Podrascanin, a segno con l’83% in primo tempo e con due muri personali. La seconda sconfitta in campionato fa scivolare l’Itas Trentino al terzo posto, ferma a quota 10 punti.
La cronaca della partita. L’Itas Trentino si presenta priva di Michieletto, comunque al seguito della squadra; Lorenzetti schiera quindi un sestetto classico con Sbertoli al palleggio, Pinali opposto, Kaziyski e Lavia schiacciatori, Lisinac e Podrascanin al centro, Zenger libero. La Sir Safety Perugia risponde con Giannelli in regia, Rychlicki opposto, Leon e Anderson schiacciatori, Solé e Ricci centrali, Colaci libero. L’avvio è tutto nel segno di Leon, che con servizio ed attacco spinge i suoi sul 4-7, costringendo Lorenzetti ad interrompere subito il gioco. Alla ripresa la musica però non cambia, anche perché Lavia sbaglia in attacco e Ricci mura Pinali (5-10). La fase centrale del parziale non regala sussulti; Trento fatica in fase di break point e i padroni di casa non concedono nulla, anzi con Giannelli (muro su Lavia) allungano ulteriormente (9-16) prima che Leon si scateni di nuovo dalla linea dei nove metri (tre ace per l’11-21). Il set è di fatto già chiuso e si va al cambio campo pochi secondi dopo, sul 12-25 con un altro servizio punto, quello di Giannelli.
L’Itas Trentino prova a reagire in avvio di secondo set con Lisinac (3-1) e Perugia sembra soffrire l’iniziale verve gialloblù (8-6), poi ci pensano Leon e Giannelli in attacco a cambiare la tendenza (11-12 e 12-14 con due ace del cubano). Trento reagisce sino al 18-19 poi perde definitivamente contatto perché la Sir Safety Conad si scatena dalla linea dei nove metri di nuovo con Anderson (18-21) e i gialloblù non recuperano più terreno (21-25).
Sotto 0-2, la formazione trentina prova ancora una volta a ripartire (3-1, 7-5 e 9-7) sfruttando il buon momento a rete di Kaziyski e Pinali. Uno slash di Solé garantisce la parità a quota dieci, poi è Anderson a far volare avanti Perugia (12-14 e 14-18) con attacchi potenti ed un ace. E’ lo spunto finale, perché poi gli umbri non concedono più nulla (16-21) e chiudono già sul 18-25 con l’ace finale (il settimo personale) di Leon.
“Sapevamo che potevamo accusare grandi difficoltà, specialmente in ricezione, contro una squadra come Perugia. E’ capitato effettivamente ma ci abbiamo messo anche molto del nostro, specialmente nel primo set – ha commentato al termine della partita Angelo Lorenzetti – . Il servizio umbro ci ha fatto molto male in apertura di gara, poi nelle frazioni successive siamo riusciti a giocare meglio, pur continuando a soffrire ma almeno non siamo affondati e abbiamo iniziato a procurarci qualche occasione per lottare punto a punto. Da queste partite dobbiamo imparare qualcosa, perché più si andrà avanti e più i livelli si assesteranno, mettendo in luce i veri valori di questo campionato”.
L’Itas Trentino rientrerà a Trento nella notte, ma terrà pronte le valigie: già martedì pomeriggio ripartirà alla volta di Ravenna dove mercoledì 10 novembre alle ore 20.30 affronterà la Consar RCM nell’anticipo dell’undicesimo turno di regular season disposto dalla Lega Pallavolo Serie A per consentire ai gialloblù di disputare il Mondiale per Club durante la data originaria della partita (8 dicembre).