In ricordo dei caduti a Nassirya

Nell’odierna mattinata, presso la Stazione Carabinieri di Lagundo, è stata celebrata la tredicesima giornata del ricordo dei caduti nelle missioni di pace. Durante la solenne cerimonia, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Colonnello Raffaele Rivola, accompagnato dal Sindaco di Lagundo, sig. Ulrich Gamper, ha deposto una corona d’alloro ai piedi della stele commemorativa della strage di Nassiriya, fatta erigere nel 2008 per volontà dell’amministrazione comunale. Rivolgendosi ai presenti, il Colonnello Rivola ha ricordato il tragico evento avvenuto in Iraq il 12 novembre 2003, citando i nomi dei ventotto italiani, militari e civili, caduti quel giorno.

 “Sono passati 18 anni dalla strage di Nassiriya ma Gioventù Nazionale continua ad onorare la memoria dei Caduti, militari e civili, che si sono immolati per la nostra Patria. In questo giorno, un ringraziamento particolare va a tutti gli Eroi in divisa che difendono la pace e la sicurezza e che sono in prima linea nei diversi teatri internazionali. A loro dedichiamo l’impegno quotidiano di tutti i militanti di Gioventù Nazionale che si prodigano per tener vivo il ricordo del loro sacrificio.” Lo dichiara Fabio Roscani, leader di Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d’Italia.

“A 18 anni dalla strage di Nassiriya onoriamo la memoria di tutti gli italiani, militari e civili, sacrificatisi per la democrazia, la sicurezza e la libertà nelle missioni internazionali. A loro va il nostro ringraziamento e l’impegno di continuare a lottare contro il terrorismo”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.