Spacciava in via Pozzo, arrestato tunisino

Coinvolti dei cittadini nordafricani

manette carabinieri

Nel primo pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Trento hanno tratto in arresto D.L., 20enne tunisino, colto in flagranza di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I militari -nel corso di un apposito servizio antidroga, organizzato nelle zone maggiormente afflitte dal fenomeno dello spaccio- transitando in via Pozzo, hanno notato due giovani nordafricani confabulare tra loro in un modo sospetto e hanno deciso di sottoporli a controllo, ma mentre si stavano avvicinando, i due sono scappati in direzioni opposte. Il primo è entrato in un bar poco lontano e l’altro si è dileguato tra la folla, aumentata in città per la contestuale inaugurazione dei mercatini di Natale.

D.L., entrato nel bar, si è andato a nascondere nel bagno, da dove è uscito soltanto dopo alcuni minuti, probabilmente convinto di averla fatta franca, ma uno dei Carabinieri che l’aveva notato e seguito, si era trattenuto nei pressi dell’ingresso del locale e appena l’ha visto uscire, lo ha bloccato e dato il tentativo di fuga di poco prima, ha sottoposto il giovane a perquisizione personale, rinvenendo 21 dosi di cocaina, nascoste all’interno di un pacchetto di sigarette nella tasca dei pantaloni.

L’uomo, peraltro già gravato da precedenti specifici, è stato ristretto in carcere, in attesa del giudizio per direttissima, che si terrà domani.