Mobilità sostenibile, turismo, lotta al Covid e assegni pubblici: i temi del PD in Consiglio provinciale

Il Partito Democratico, all’ultima seduta del Consiglio provinciale, ha presentato molteplici Ordini del Giorno, su temi molto diversi tra loro. Si svaria infatti dalla mobilità sostenibile al contrasto del Covid, toccando anche dinamiche delicate come concessioni pubbliche e Assegni Unici.

Approvato all’unanimità l’OdG di Alessio Manica – ed emendato dall’Assessore Gottardi – col quale si impegna la Giunta ad attivare, in accordo con i Comuni e attuando l’articolo 6 della Legge Provinciale 6 del 2017, alcuni incentivi alla mobilità sostenibile casa-lavoro, consistenti in bonus economici in relazione ai chilometri quotidianamente percorsi in bicicletta per raggiungere il posto di lavoro, ribattezzando quest’iniziativa come Bike to Work.

Approvato invece con un solo astenuto l’emendamento di Manica emendato da Fugatti riguardante il sostegno dello sviluppo e del potenziamento dell’offerta turistica legata alle attività e i servizi connessi con la slitta e i percorsi a ciò dedicati. Inoltre, con questo OdG, la Giunta dovrà verificare quali eventuali interventi di adeguamento tecnico-amministrativo possano concorrere ad accelerare e semplificare le modalità di autorizzazione delle attività legate alla disciplina su slitta, anche disgiunta da quella riguardante gli impianti a fune e le piste da sci.

Complessa invece la questione presentata dal Consigliere Luca Zeni e riguardante il contrasto al Covid: sono stati infatti bocciati i punti dell’OdG che prevedevano di implementare una medicina di iniziativa, coinvolgendo i medici di medicina generale per persuadere i non vaccinati e di orientare la promozione del territorio rivendicando anche il rigore nell’applicazione delle normative anticovid così da attrarre i turisti alla ricerca di zone che abbiano contrastato il Covid. Accolte invece le richieste di adottare una linea rigorosa nell’attuazione delle regole sul Green Pass implementando i controlli senza chiedere deroghe ai non vaccinati e di valutare regole più restrittive per i No Vax a prescindere da eventuali zone gialle disposte dal Governo nazionale.

A Zeni, invece, non sorride la mobilità sostenibile, poiché l’OdG con il quale si chiedeva di inserire immediatamente la messa in sicurezza della statale 47 della Valsugana all’altezza del bivio Ischia-Tenna, la messa in opera della iuole spartitraffico per tutelare gli autoveicoli e la realizzazione di un sistema fisico di dissuasione per evitare la svolta in direzione Padova da chi proviene da Ischia-Tenna, indirizzando tale traffico all svincolo di San Cristoforo, è stato bocciato 18-11.

Alessandro Olivi, invece, è riuscito a ottenere l’approvazione di un suo OdG emendato dall’Assessore Spinelli. Il tema toccato è l’assegno unico provinciale e la richiesta è di attivarsi per assumere informazioni e dati necessari per comparare la nuova misura statale con le misure provinciali cui si sovrappone, in particolare nelle quote B1 e C. In questo modo, sarà possibile ridefinire gli interventi provinciali integrativi e valutare le eventuali maggiori risorse rese disponibili dall’intervento statale da destinare all’integrazione delle misure provinciali in favore delle famiglie, con particolare riguardo ai bisogni delle famiglie e alle necessità di conciliazione famiglia-lavoro e di servizi per l’infanzia.

L’Assessore Tonina ha invece emendato l’OdG di Olivi con cui si impegna la Giunta a formare un gruppo di esperti partecipato anche dal Consiglio delle Autonomie Locali per studiare le forme e il contenuto di uno o più schemi di partenariato pubblico-privato, utilizzabili per la riassegnazione delle grandi concessioni idroelettriche, in modo da valorizzare gli asset strategici del territorio anche in termini di innovazione.