Lavori d’ampliamento del Pronto Soccorso di Cavalese. Cavada(Lega): “Ottima notizia loro conclusione entro marzo 2023”

“Ho accolto con particolare favore quanto comunicatomi oggi, in Consiglio provinciale, dall’Assessore provinciale alla Salute Stefania Segnana la quale, rispondendo alla mia Interrogazione a risposta immediata n. 3417/XVI, ha dato varie informazioni sui lavori in programma per l’ampliamento del Pronto Soccorso di Cavalese, per un totale di impegno di spesa di complessivi 1.210.000,00 euro”.

A dirlo è stato il Consigliere di Lega Salvini Trentino, Gianluca Cavada, che attraverso una nota ha voluto esprimere tutta la propria soddisfazione per la notizia dell’ampliamento del Pronto Soccorso di Cavalese.

Proseguendo nel suo intervento l’Assessore ha infatti chiarito come per l’intervento sia già stato “concluso l’intero iter progettuale” e come sia stato “aggiudicato con procedura negoziata nel mese di dicembre 2021”, con la consegna dei lavori prevista per marzo 2022.

Gianluca Cavada ha specificato come, dai lavori d’ampiamento del pronto soccorso, si otterranno 5 posti di osservazione breve intensiva, posti che permetteranno di migliorare i percorsi e l’organizzazione del Pronto Soccorso

“Sono stato soddisfatto di apprendere che «il termine dei lavori è previsto per marzo 2023» e che «gli interventi miglioreranno in modo sostanziale gli spazi destinati al Pronto Soccorso, con un aumento di circa 250 metri quadrati, pari al 37% degli attuali spazi del Pronto Soccorso, ricavati trasferendo alcune attività ambulatoriali, attualmente collocate in posizione adiacente al Pronto Soccorso, al piano superiore». Nuovi spazi andranno così a beneficio anche dell’importante Pronto Soccorso traumatologico e di ortopedia con relativa astanteria, il che rappresenta davvero un’ottima notizia” ha aggiunto ancora il Consigliere di Lega Salvini Trentino.

Concludendo il suo intervento, Gianluca Cavada, ha ricordato come questa notizia, unita alla prossima realizzazione del nuovo ospedale delle Valli dell’Avisio, confermi, non solo, come l’Amministrazione provinciale sia molto attenta alle questioni legate alla sanità territoriale.

Ma come anche sia pronta ad attivarsi concretamente per migliorare l’offerta presente, come nel caso dell’ampiamento del Pronto Soccorso di Cavalese, con “con attenzione sì alla razionalizzazione ma pure all’efficienza e alla qualità assistenziale”.