photocredit: www.alessandrourzì.it
Lettere al Direttore

Tassa sulla casa, Lega e FI ci hanno ascoltato, ma fuori dalla maggioranza se la Svp farà da sola!

Giù le mani dalla casa, avevamo detto ancora due mesi fa. C’è voluta la nostra scossa o anche la nostra minaccia di ostruzionismo per convincere FI e Lega che non potevano fare una battaglia a Roma sullo stesso tema ed a Bolzano girarsi dall’altra.
Un vero esproprio dal sapore comunista quello dell’Imi moltiplicata all’infinito per chi ha una casa momentaneamente sfitta.

Non stiamo parlando degli speculatori edilizi, stiamo parlando delle famiglie qualunque.
Chi eredita un alloggio dai genitori, non ha i soldi per la ristrutturazione immediata, chi lo tiene disponibile per i figli sarà costretto a pagare delle tasse pazzesche! Il problema casa si risolve costruendo di più, facendo abbassare il costo del mattone e degli affitti, non martellando i proprietari di immobili. Avere una proprietà non è reato!

Ora ci aspettiamo che la Lega e FI facciano quadrato. Non bastano le parole. O la Svp ritira la legge o la rende applicabile solo per gli speculatori e non per le famiglie o Lega e FI si ritirino dalla maggioranza.
È ora di parlare chiaro. Noi lo facciamo da sempre. Se non ci fossimo attivati subito non ci sarebbe stato il distinguo. Ma il distinguo educato di FI e Lega non basta.
Aspettiamo i fatti.

Il Consigliere provinciale di Fratelli d’Italia Alessandro Urzì.

Secolo Trentino