Anche lo sport dichiara guerra alla Russia di Putin. La Polonia ai mondiali rifiuta lo spareggio con i russi

Spielball, adidas; Symbolbild

“Niente più parole, è tempo di agire!”, ha twittato il presidente della Federcalcio polacca, Cezary Kulesza, “a causa dell’escalation dell’aggressione della Federazione Russa nei confronti dell’Ucraina, la nazionale polacca non ha intenzione di giocare la partita di spareggio contro la Russia”. “Questa è l’unica decisione giusta. Siamo in trattative con le federazioni svedese e ceca per presentare una posizione comune alla Fifa“, ha spiegato Kulesza. Svezia e Repubblica Ceca saranno impegnate nell’altro playoff e la vincente dovrebbe affrontare il 29 marzo la vincente tra Russia e Polonia. 

Dopo la revoca a San Pietroburgo della finale di Champions League del 28 maggio, spostata allo Stade de France di Parigi, anche lo sport fa la sua lotta alla Russia di Putin, tra le altre cose già estromessa anche dall’Eurovision di Torino e dal gran premio di Formula1.