Esteri

La Bielorussia insieme alla Russia conduce una guerra contro l’Ucraina

KIEV. 26 febbraio (Interfax-Ucraina) – La leadership bielorussa sta sostenendo attivamente l’esercito russo durante la sua invasione dell’Ucraina, in relazione alla quale il capo del servizio di guardia di frontiera statale dell’Ucraina Serhiy Deineko ha inviato un appello ufficiale al capo del dipartimento della guardia di frontiera bielorussa.

“Fin dai primi giorni della sanguinosa invasione russa dell’Ucraina, la Bielorussia ha sostenuto attivamente il paese aggressore. Colonne di equipaggiamento attaccate non solo dal territorio della Russia, ma anche dal paese che è diventato un satellite della Federazione Russa. Ciò è accompagnato dall’uso di aviazione militare, artiglieria, missili balistici e altri mezzi per il territorio della Repubblica di Bielorussia “, ha scritto Deineko sulla sua pagina Facebook sabato.

“La Repubblica di Bielorussia, insieme alla Federazione Russa, sta conducendo una guerra contro l’Ucraina, ignorando le disposizioni del diritto internazionale, le norme elementari della moralità umana e i valori della vita. Vinceremo! Accidenti a voi, creature”, ha scritto Deineko.

In attesa delle armi e del supporto dell’Europa, il primo aiuto da parte della Repubblica Ceca – Il primo ministro Denys Shmyhal ha ringraziato la Repubblica Ceca per aver fornito assistenza militare per un valore di 250 milioni di UAH.

LA VALUTAZIONE sull’impatto del missile sul grattacielo civile – L’impatto di un missile in un grattacielo residenziale su Lobanovsky Avenue a Kiev è qualificato come una violazione delle leggi e delle consuetudini di guerra, ha detto il procuratore generale Irina Venediktova.

“Il compito numero uno è quello di registrare ogni crimine dell’aggressore. I pubblici ministeri stanno lavorando a Kiev sul sito di un missile che ha colpito un grattacielo residenziale. Il crimine è pre-qualificato come una violazione delle leggi e dei costumi di guerra”, ha detto Venediktova in un videomessaggio sul canale Telegram sabato.

Un comunicato POLITICO, fonte QUI

Tags
Secolo Trentino