L’aereo più grande di Ucraina bruciato ieri in un incendio di guerriglia all’aeroporto

Da 5 giorni il presidente russo Vladimir Putin ha superato i confini dell’Ucraina con una parte di esercito composto da uomini e mezzi da terra e con alcuni presidi militari, arrivando fino alla capitale di Kiev.

Sarebbero militari le vittime, in prevalenza, a cui si aggiungono circa 250 civili, confermati dal conteggio dato dagli organismi preposti internazionali. Vi sono alcune posizioni che ne denunciano di più. Si parla di 350 persone. La milizia russa denuncia invece 4500 perdite, non confermate, mentre 450 perdite sono state infine confermate in serata.

IL PRIMO INCONTRO FORMALE DOPO L’ENTRATA NEL TERRITORIO SOVRANO DELLE MILIZIE

  • I colloqui Russia-Ucraina sono in corso al confine con la Bielorussia. Tra i delegati c’è il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov. L’Ucraina aveva precedentemente rifiutato di tenere colloqui vicino alla Bielorussia, poiché le truppe russe sono di stanza vicino al suo confine.Questo è il primo incontro tra le due parti da quando la Russia ha dichiarato guerra all’Ucraina il 24 febbraio. Da allora, le forze russe hanno lanciato attacchi su basi militari e altri luoghi in tutta l’Ucraina. Le truppe russe stanno anche tentando di raggiungere la capitale Kiev.

Durante l’ormai noto intervento della Russia all’aeroporto di Hostomel, a circa un’ora da Kiev, l’Antonov AN-225 ‘Mriya’, il “più grande aereo da trasporto del mondo” e l’unico del suo genere, sarebbe stato distrutto dalle forze russe. Due dipendenti di Antonov hanno detto alla radio ucraina Radio Svoboda che l’aereo è andato distrutto in un incendio.

UNA RACCOLTA FONDI PER LA POPOLAZIONE UCRAINA INDETTA A TRENTO

RACCOLTA FONDI TRENTO PER SOSTENERE LA POPOLAZIONE DELL’UCRAINA

Associazione degli ucraini in Trentino “Rasom” aps.

IBAN: IT50W0503401800 000000000052, con causale: Sostegno al popolo Ucraino. Raccolta fondi e beni di prima necessità.

IL SERVIZIO DI INTELLIGENCE ALZA LA SOGLIA DELL’ALLERTA PER UN POSSIBILE ATTENTATO AL PRESIDENTE DELL’UCRAINA

Si parla di 400 mercenari russi, vicini al Cremlino, delle forze del gruppo Wagner, che si trovano in Ucraina da cinque settimane, incaricati di uccidere il presidente ucraino Volodymir Zelensky. Lo scrive il Times.

IL MESSAGGIO PER LA DISTRUZIONE DELL’AEREO DA PARTE DELLO STATO DI UCRAINA

Secondo i rapporti, l’aereo è stato utilizzato per trasportare grandi quantità di aiuti umanitari in tutto il mondo con breve preavviso.

Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri ucraino, ha condiviso una fotografia dell’aereo e ha dichiarato che il paese non si arrenderà.

Ha detto: “Questo era l’aereo più grande del mondo, AN-225 ‘Mriya’ (‘Dream’ in ucraino). La Russia potrebbe aver distrutto la nostra “Mriya”.

“Ma non saranno mai in grado di distruggere il nostro sogno di uno Stato europeo forte, libero e democratico. Noi prevarremo!”

“Ricostruiremo l’aereo. “Realizzeremo il nostro sogno di un’Ucraina forte, libera e democratica”.