Ucraina. Conclusi i negoziati: si apre uno spiraglio di pace

“Abbiamo esaminato in dettaglio tutti i punti all’ordine del giorno, trovato alcuni punti su cui possiamo prevedere posizioni comuni. E, soprattutto, abbiamo deciso di continuare il processo negoziale”

Medinsky, citato da Interfax, ha affermato che “il prossimo incontro delle delegazioni della Federazione Russa e dell’Ucraina si svolgerà nei prossimi giorni al confine polacco-bielorusso”.

I colloqui tra Ucraina e Russia, erano stati interrotti e poi ripresi, in una località sul confine ucraino-bielorusso segreta. Ci sarebbero stati almeno due round di molte ore di colloqui. E sembrerebbe che si siano aperti degli spiragli nella trattativa tra Russia e Ucraina.

Il compromesso per una pace immediata nella telefonata tra Macron e Putin

Il presidente russo Vladimir Putin, che qualche ora fa ha avuto una conversazione telefonica con il capo di Stato francese Emmanuel Macron, ha detto a Macron che “un accordo con l’Ucraina è possibile solo se si tiene incondizionatamente conto dei legittimi interessi di sicurezza della Russia”, tra cui:

  • il riconoscimento della sovranità russa sulla Crimea;
  • la smilitarizzazione e de-nazificazione dello Stato ucraino;
  • la garanzia di neutralità militare dell’Ucraina.

Lo ha riferito a Sputnik il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.