Ucraina. Putin al telefono con Macron detta le sue condizioni per fermare la guerra

A poche ore dall’inizio dei negoziati tra Russia e Ucraina, è arrivata la notizia che il Presidente della Repubblica francese, Emmanuelle Macron, avrebbe avuto una conversazione telefonica con l’omologo russo, Vladimir Putin, al fine di trovare una soluzione pacifica per la fine della guerra in Ucraina.

Tale notizia, come riportato da diverse testate giornalistiche, è stata confermata sia dall’Eliseo che dal portavoce ufficiale del Cremlino, Dmitry Peskov.

Vladimir Putin, si sarebbe impegnato a fermare tutti i bombardamenti contro i civili e le loro abitazioni, salvaguardare le infrastrutture civili dai raid e non compromettere la sicurezze delle strade ucraine.

All’interno della conversazione telefonica il Presidente Putin avrebbe inoltre spiegato a Macron come un accordo con l’Ucraina sia possibile esclusivamente se venissero presi in considerazione “i legittimi interessi di sicurezza della Russia”.

Tra questi spiccherebbero: il riconoscimento della sovranità Russa sulla Crimea, la demilitarizzazione ( e la denazificazione) dell’Ucraina e la garanzia di una neutralità militare della stessa Ucraina.

Sempre secondo quanto riferito da fonti russe, come riportato da Fanpage, i due presidenti sarebbero rimasti d’accordo di rimanere in contatto con l’auspicio francese di arrivare presto ad una rapida risoluzione della guerra attraverso i negoziati e i dialoghi con l’Ucraina.