I ceceni chiedono a Putin di dare l’ordine di conquistare Kiev e l’Ucraina

Tra gli attori del conflitto tra Russia e Ucraina non vanno trascurati i ceceni. La regione a forte maggioranza musulmana sunnita, dal 2006 fedelmente sotto l’egida russa dopo 15 anni di scontri tra militari filo-russi e separatisti nazionalisti, è infatti intervenuta in prima linea nel conflitto.

Ramzan Kadyrov, capo della Repubblica Cecena, è infatti arrivato sin dai primi giorni del conflitto sui luoghi di combattimento, guidando un battaglione a sostegno delle truppe regolari russe. Ora Kadyrov starebbe cercando di convincere Putin a dare l’ordine di conquistare l’Ucraina.

Compagno Presidente, Compagno Comandante Supremo, più di una volta ho detto che sono il tuo fante, sono pronto a morire ma non riesco a vedere come muoiono i miei fratelli e i nostri soldati, i nostri ministeri della difesa, la nostra Guarda Nazionale e le nostre strutture” avrebbe affermato Kadyrov in un appello rivolto direttamente a Vladimir Putin.

Date l’ordine ai nostri combattenti di catturare Kharkov, Kiev e tutte le altre città, in modo rapido, chiaro, efficace. Ti chiedo di chiudere gli occhi su tutto e lasciare che i soldati finiscano ciò che sta accadendo per un giorno o due. Solo questo salverà il nostro Stato e il nostro popolo. Questa è la mia opinione convinta” ha continuato in conclusione Kadyrov.