Putin allo stadio “Luzniki”: “Abbiamo salvato persone da un genocidio” e cita la bibbia

Il presidente russo Vladimir Putin parla allo stadio «Luzniki». L’evento, trasmesso in diretta tv, ha per titolo “Per un mondo senza nazismo, per la Russia, per il presidente”.

Vladimir Putin, parlando del Donbass, ha citato la Bibbia: non c’è amore più grande che se qualcuno dà la vita per i suoi amici Il presidente ha commentato le azioni dell’esercito russo in Ucraina: si coprono a vicenda, non abbiamo una tale unità da molto tempo.

Vladimir Putin – sugli obiettivi dell’operazione speciale militare – ha poi affermato: “Le persone che vivevano e vivono nel Donbass non erano d’accordo con il colpo di stato. Contro di loro furono subito organizzate operazioni militari punitive, e non solo una. Furono subito immersi in un blocco, sottoposti a bombardamenti sistematici di cannoni e attacchi aerei. Questo è ciò che si chiama genocidio. È salvare le persone da questa sofferenza, da questo genocidio che è il motivo principale e l’obiettivo dell’operazione militare”.