Fratelli d’Italia scende in piazza contro il caro prezzi e la speculazione

Scoppia la protesta di Fratelli d’Italia questa mattina ha deciso di presidiare Piazza Fiera per denunciare l’indifferenza verso le fasce più deboli da parte del Governo Nazionale. Alla protesta ha partecipato anche  l’On Fabio Rampelli Vicepresidente della Camera dei Deputati, già presente a Trento per la conferenza sul “Presidenzialismo” tenutasi venerdì sera nella Sala di Rappresentanza della Regione. Gli aumenti spropositati di bollette, benzina e spesa mettono in crisi centinaia di famiglie italiane.

Molte imprese produttive sono costrette a chiudere a causa dei folli rincari energetici e chi pur resistendo sta’ cercando di sopravvivere agli aumenti delle materie prime , che a loro volta si ripercuotono sulle spese dei cittadini. “I costi sono diventati insostenibili, lo scenario è gravissimo ” – Afferma Francesca Barbacovi, Commissaria del Circolo di Trento e aggiunge: ” Il Governo deve ridurre subito accise e iva e colpire chi specula sul caro energie.”

Il Gruppo Consiliare Provinciale di FDI ha già avanzato una proposta per il taglio sui costi del carburante, l’inizio di una nuova serie di richieste affinché vi siano interventi concreti. Siamo nel bel mezzo di una crisi internazionale aggravata dai rincari su ogni fronte e finora il governo è inerme. 

Inoltre Fratelli d’ Italia si dichiara pronta a dare ancora voce alla propria protesta, prossimamente percorrendo insieme ai cittadini le vie del centro affinché non vi siano interventi concreti per sostenere le famiglie in difficoltà. La crisi economica è chiara e conclamata. Il governo ha il dovere di intervenire immediatamente e sostenere le famiglie italiane.