Zelenskyy sarà ospite d’onore alla cerimonia degli Oscar?

Volodymyr Zelenskyy ospite d’onore alla Notte degli Oscar. Questa l’indiscrezione che rimbalza nelle ultime ore dai quotidiani di tutto il mondo, in seguito a un’intervista rilasciata da Amy Schumer al “The Drew Barrymore Show“.

L’attrice comica – che sarà co-conduttrice della serata insieme a Regina Hall e Wanda Sykes ha infatti dichiarato di volere il Presidente ucraino in collegamento durante la cerimonia. Alcuni giornali di settore affermano che gli organizzatori avrebbero già declinato la proposta, ma non ci sono conferme o smentite ufficiali.

Sicuramente c’è una pressione sugli organizzatori, dicendo ‘Questa è una vacanza, lascia che le persone dimentichino. Vogliamo solo passare questa notte’. Ma abbiamo così tanti spettatori per questo show, è una grande opportunità per commentare un paio di cose. Ho alcune battute per mettere in evidenza la condizione attuale” dice la Schumer.

Ho proposto un modo per far avere un collegamento satellitare con Zelenskyy. Non ho paura di andarci, ma non sono io a produrre gli Oscar. Ci sono così tante cose orribili che accadono che sembra difficile concentrarsi su una sola” conclude l’attrice.

La solidarietà del mondo di Hollywood – a prescindere dalla decisione sull’intervento o meno di Zelenskyy da parte dell’Academy – è dovuta non solo alla difficile situazione ucraina ma anche al passato del Presidente stesso: prima di entrare in politica, infatti, aveva recitato come protagonista nella sitcom “Servant of the People“, nel quale interpretava il ruolo del Presidente (serie che nei giorni scorsi è diventata disponibile su Netflix) e ha avuto anche un passato da doppiatore prestando la voce all’orsetto Paddington nella versione ucraina dell’omonimo film per bambini.