Lega Giovani Trentino incontra Ianeselli: “chiesto sforzo maggiore nel pattugliare zona Santa Maria Maggiore/Portela dove resta ancora un forte problema degrado”

Sicurezza, degrado e tematiche legate agli esercenti della Portela sono stati questi i temi al centro dell’incontro della delegazione della Lega Giovani Trentino, guidata dal Coordinatore Marco Leonardelli e il sindaco di Trento, Franco Ianeselli.

“Ringraziamo il Sindaco Ianeselli per l’innegabile tentativo di coinvolgere attivamente il nostro movimento giovanile nel dibattito cittadino e abbiamo chiesto al primo cittadino di creare di una applicazione che permetta ai cittadini di segnalare problematiche relative a spaccio, vandalismo e situazioni di degrado direttamente alla Polizia Municipale e ai funzionari del Comune, permettendo così di tracciare una mappa delle situazioni a rischio nel capoluogo Trentino, potendo intervenire tempestivamente. Ianeselli ha espresso un parere positivo” ha affermato a margine dell’incontro Marco Leonardelli.

Il Coordinatore di Lega Giovani Trentino ha poi evidenziato come sia stato trovato un altro punto d’incontro in merito alla delicata questione dell’educazione alla bellezza e alla cura della città per i giovani in età scolastica. Questo obiettivo potrà essere raggiunto aumentando il volontariato per i giovani sopracitati anche, eventualmente, attraverso l’assegnazione di buoni culturali da spendere negli esercizi commerciali di Trento.

Successivamente Marco Leonardelli ha anche aggiunto come sia stato chiesto al sindaco un maggiore controllo nelle zona di Santa Maria Maggiore/Portela, dove il problema degrado risulta ancora molto accentuato. Con gli stessi esercenti della zona che si sentono abbandonati soprattutto dopo l’introduzione di una “patente a punti” che sembra essere stata creata solamente per punirli.

Il nostro movimento c’è e ci sarà sempre nelle zone più bisognose del nostro territorio oggi abbiamo fatto un importante passo in avanti per dare le risposte concrete richieste dai nostri cittadini e dagli esercenti, rimarcando che la Lega mantiene vivo il contatto e il rapporto con i cittadini di Trento e del Trentino, anche tramite il prezioso lavoro della Lega Giovani” ha poi concluso Leonardelli.

Su questa delicata questione è intervenuto anche il consigliere provinciale Devid Moranduzzo, che in merito ha voluto specificare: “Quasi un anno fa avevo detto che la nomina di Giulia Casonato come «Sindaco della notte» si portava dietro molti dubbi e così è stato. In 10 mesi non ha combinato praticamente nulla la situazione è critica come a giugno del 2021.  Ianeselli ha dimostrato con quella nomina che voleva solo accontentare l’alleato Futura con un posto alla grande tavola, quando, intanto, ogni fine settimana chi ci rimette sono i residenti, i commercianti e i giovani che vengono additati come criminali quando, invece, non lo sono”.