Covid: Colombini (Cisl)- riproposto il tema della mancata copertura per i lavoratori fragili e la mancanza di congedi per i genitori di adolescenti contagiati

“Come Cisl consideriamo positivo l’incontro di questa mattina tra le parti sociali ed i rappresentanti dei Ministeri del lavoro, della salute, dello sviluppo economico e dell’Inal sul tema della prosecuzione della validità del Protocollo salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”. Lo dichiara in una nota il segretario confederale della Cisl, Angelo Colombini. “È stata riconosciuta l’efficacia del Protocollo quale strumento operativo condiviso di contrasto al pericolo di contagio durante tutto il tempo della pandemia e si è rinnovato il valore e l’impegno che dovrà essere espresso nelle aziende, da parte dei Comitati a presenza partecipata, di aggiornarne i contenuti in funzione delle modifiche normative, dandosi un primo step di verifica generale alla fine di aprile, con lo sguardo ai mesi successivi. La Cisl ha riproposto il tema –  evidenziato già con lettera unitaria ai ministeri competenti – della mancata copertura per i lavoratori fragili che non possono svolgere la propria mansione in modalità agile, così come è tornata a parlare della mancanza di congedi per i genitori di adolescenti contagiati. Il clima di totale sintonia respirato oggi ha rafforzato quanto di positivo avviato con la prima elaborazione del Protocollo del 14 marzo 2020 e ribadito quanto ancora il testo risulti uno strumento di rilevante valore da non relegare al solo tempo emergenziale”.