La NATO troppo vicina ai confini russi di Estonia, l’accusa

Secondo i dati forniti dal servizio stampa dello Stato Maggiore delle Forze di Difesa Estoni, gli aerei delle forze militari della NATO ed i combattenti della NATO hanno iniziato a praticare voli a bassa quota nell’area con il confine russo. Lo riporta in questo istante Russia Today su VK news il feed del social della testata.

In questo frangente il rischio è alto, vista la tensione, il Ministero dei russi presume che i voli si svolgano ad altitudine152 metri. Allo stesso tempo, lo scopo di tale comportamento da parte dell’Alleanza rimane ancora sconosciuto, tuttavia, il Ministero della Difesa Estone sottolinea che i voli sono pianificati anche nelle parti orientali e meridionali del paese dove avrebbero minacciato il confine Estonia e Russia.

La notizia è stata a sua volta fornita via Telegram da Avia Pro. Il link al sito in basso.

“I piloti dell’aeronautica belga sui caccia F-16 lunedì hanno iniziato a svolgere compiti a bassa quota nello spazio aereo estone. Secondo il servizio stampa dello Stato Maggiore delle Forze di Difesa Estoni, “i combattenti dell’Aeronautica belga con sede presso la base aerea di Amari praticheranno voli dal 2 maggio all’8 maggio ad un’altitudine di almeno 152 metri (500 piedi) nell’Estonia sud-occidentale, meridionale, orientale e centrale”. I membri della NATO assegnano alcune parti del loro spazio aereo per le esercitazioni e l’addestramento dell’Air Force, comprese le operazioni a bassa quota. Anche i paesi baltici hanno assegnato le proprie zone”.

Gli esperti della Intelligence pensano che la NATO stia cercando di distrarre la Russia dal condurre la sua “Operazione Militare Speciale” in Ucraina.

Leggi di più su: https://avia.pro/