BIANCOFIORE-CI: SI A LEGGE ELETTORALE SINDACI. PREFERENZE CONIUGANO CONSENSO A POLITICA.

Spero che il mio partito, proprio per il nome che si è dato, “ Coraggio Italia” , sposi la riforma elettorale con base proporzionale con vincolo di coalizione e preferenze, che ha rilanciato anche Renzi in queste ore.
Le elezioni del parlamento italiano sono paradossalmente le uniche che si svolgono, con scuse varie senza fondamento, senza le preferenze, senza dare ciò all’elettore la scelta vera da chi farsi rappresentare. Questo perché i leader di partito spesso preferiscono far eleggere un amico/a piuttosto che far trionfare la democrazia delle quale molto si riempiono la bocca e pochi praticano.Ciò è inaudito, il consenso è l’unità di misura della politica, senza quello abbiamo visto come si è svilita la rappresentanza che deve poi essere naturalmente legata al territorio di appartenenza. La legge dei sindaci prevede il vincolo di coalizione e quindi ha anche di fatto una vocazione maggioritaria, mi auguro quindi che il centro destra unito abbia il coraggio di modificare il “fallitellum” attuale e ridare dignità alla politica.

Michaela Biancofiore, parlamentare CI e membro della dirigenza nazionale