Esteri

Putin: “I Paesi occidentali stanno rischiando di cadere nel totalitarismo”

“L’Occidente, che un tempo dichiarava principi di democrazia come la libertà di parola, il pluralismo, il rispetto delle altre opinioni, oggi degenera nell’esatto opposto”.

Il discorso, ha osservato il presidente, riguarda la censura, la chiusura dei media, l’arbitrarietà nei confronti di giornalisti e personaggi pubblici.

“Questa pratica dei divieti si estende non solo allo spazio dell’informazione, ma anche alla politica, alla cultura, all’istruzione, all’arte – a tutte le sfere della vita pubblica nei paesi occidentali.

Inoltre, un tale modello – un modello di liberalismo totalitario, che include la famigerata cultura dell’abolizione, i divieti diffusi – impongono al mondo intero “, ha concluso.

L’Europa sarà “sull’orlo della recessione” se le forniture di gas dalla Russia tramite Nord Stream non riprenderanno completamente dopo le riparazioni, hanno affermato gli analisti di Goldman Sachs

La loro previsione di base è che il transito del gasdotto rimarrà al 40% e la crescita economica europea si arresterà completamente nel quarto trimestre. In Germania e in Italia, le più dipendenti dall’energia russa, in uno scenario del genere ci saranno “recessioni tecniche”.

Da febbraio, si stima che le emissioni di anidride carbonica dalla combustione del carbone siano aumentate del 6% rispetto al 2019. L’Europa dipende per il 40% dal gas russo e per un terzo dal petrolio russo, sarà costretta a ricorrere al carbone alla ricerca di una fonte di energia alternativa. 

Secolo Trentino