Monte Bondone. Moranduzzo: “Far sì che diventi tappa del Giro d’Italia rappresenterebbe opportunità di rilancio”

Il monte Bondone è da tempo alla ricerca di opportunità di rilancio dal punto di vista ricettivo: sono molte le idee, i progetti e le proposte che si sono susseguiti nel corso degli anni al fine di attrarre nuove forme di turismo”.

È iniziato con queste parole l’intervento del Consigliere provinciale della Lega Salvini Trentino, Devid Moranduzzo, in merito ai possibili futuri scenari che possano valorizzare e rilanciare un luogo importante per il Trentino come il Monte Bondone.

Proseguendo nella nota, il Consigliere Moranduzzo ha ricordato come sia vero che tante di queste proposte siano state realizzate, ma allo stesso tempo come altrettante, purtroppo, non abbiano trovato la spinta propulsiva necessaria per essere portate a termine.

“Il Giro d’Italia è uno degli eventi sportivi di maggior richiamo nel panorama Italiano, con ben 105 edizioni alle spalle e un ingente numero di appassionati che annualmente seguono la manifestazione, generando un importante ritorno di immagine per le località che vengono toccate. Oltre a ciò, il Trentino è stato in già in molte occasioni scelto come sede per ospitare alcune tappe del Giro d’Italia e questa rappresenterebbe una delle opportunità di rilancio dalla quale la montagna della città di Trento trarrebbe giovamento” ha specificato poi l’esponente di Lega Salvini Trentino.

Concludendo, Devid Moranduzzo, ha reso noto di aver depositato un ordine del giorno con la richiesta, poi accolta, di muoversi attivamente per favorire l’organizzazione, nel corso dei prossimi anni, di una tappa del Giro d’Italia sul Monte Bondone a Trento.