Gianna Nannini ed è Trento Summer Festival

Era cominciata con il Diluvio universale, la 7a edizione del Trento Summer Festival, che si è tenuta a Trento dal 29 al 31 luglio in Piazza Duomo con tre attesissimi concerti di Francesco GabbaniMichele Bravi Gianna Nannini. Il primo concerto, infatti, è stato annullato per motivi di sicurezza, visto e considerato che pioveva a dirotto e tirava il tipico forte vento delle Dolomiti. I bambini che erano predisposti in k-way non l’hanno presa molto bene, ma non c’è stato niente da fare: Gabbani non si è potuto esibire.

In modo compensativo il sabato sera è stato molto movimentato, per recuperare il brutto tempo, infatti, è stato un correre di note di ogni tipo, anche se centrale è stato il Festival, seguito da un ballo frenetico discotecaro, dal teatro e da altri eventi. Sarebbe dovuta essere la sera di Bravi, ma è stata la serata della festa per tutta la città.

Il Festival ideato da Roland Barbacovi e Alessandro Raffaelli ormai è diventato un’appuntamento fisso nell’estate Trentina e si è chiuso con una esibizione davvero benfatta, che ha smosso le corde anche dei cuori meno sensibili: Gianna Nannini ha detto che “Si rocka” “tra le rocce” visto che alla sua sinistra il Duomo, di pietra, sotto i sampietrini, di porfido, alla sua sinistra Torre del Museo diocesano, di pietra, nonché pietre ovunque … più rock non ci può.

In ogni caso: Piazza Duomo era alla fine piena, perché i posti a sedere erano occupati e anche i posti al bar, visto che il buon trentino non disdegna il bicchiere con musica: l’idea di una Piazza Duomo musicale funziona, e ben lieti erano anche gli organizzatori.

Il concerto è stato un mix tra pezzi recenti e pezzi d’epoca, infatti ci si è trovati a ballare l’unica ESTATE ITALIANA che resterà nella storia per aver fatto BINGO tra due passioni inesorabilmente italiane: cantare a squarciagola come diceva Toto e giocare a calcio per strada alla bella e meglio. Insomma tutto bene.

L’organizzazione della rassegna “Trento Summer Festival” è possibile grazie alla sinergia dell’Assessorato al Turismo della Provincia di Trento, al Comune di Trento, APT Trento e Monte Bondone,  Trentino Marketing, Cassa di Trento, ITAS Mutua, Centro Servizi Culturali Santa Chiara e Ceccato Automobili. L’accoglienza è stata garantita dall’impeccabile servizio di Promoevent, che ormai da anni è sostanza e garanzia di qualità e affidabilità.

MC