Alemanno verso ItalExit? L’ex Sindaco di Roma smentisce: “Nessuna candidatura, non sarebbe serio”

Nel turbine di notizie sulla chiusura delle liste delle elezioni politiche del 25 settembre 2022 è finito anche Gianni Alemanno. Nelle scorse settimane, l’ex Sindaco di Roma aveva annunciato la sua indisponibilità a candidarsi nelle file di Fratelli d’Italia e del Centrodestra per una visione alternativa sulla guerra in Ucraina.

Ritenendo che la direzione da perseguire fosse quella della pace e trovandosi sostanzialmente in una posizione differente da quella della maggior parte del Centrodestra che invece proseguirebbe nel contrasto alla Russia nell’ottica del mantenimento dell’alleanza atlantica, Alemanno si era messo “in panchina” in vista delle imminenti elezioni.

Nelle ultime ore, però, il Corriere della Sera ha riportato un “flirt” tra Alemanno e Gianluigi Paragone, leader della lista ItalExit, che avrebbe dovuto portare a una candidatura. Un identikit, quello di ItalExit, che corrisponderebbe alle dichiarazioni precedentemente rilasciate: posizione meno atlantista e al di fuori del Centrodestra, pur con posizioni simili anche se più marcate.

A gettare acqua sul fuoco è però lo stesso Alemanno: “Non c’è nessuna candidatura per quanto mi riguarda, né con ItalExit né con altre liste. Non penso che sia serio esprimere una candidatura senza un percorso di confronto e di avvicinamento attento e approfondito” ha affermato in una dichiarazione rilasciata alla stampa.

Ho annunciato il mio allontanamento dal Centrodestra pochi giorni fa, dopo un travaglio durato mesi, mi sto ora confrontando con tanti altri militanti politici provenienti da Destra che non si ritrovano nelle posizioni liberiste e favorevoli all’invio di armi in Ucraina” prosegue Alemanno, che conclude: “Vedremo se tutto questo ci porterà a sostenere ItalExit, ma comunque senza ipotizzare candidature che avrebbero il sapore di accomodamenti personali“.