Attualità

Rovereto. Dopo i fatti avvenuti a Rovereto i Carabinieri assicurano maggiori controlli

La compagnia Carabinieri di Rovereto raddoppierà i servizi sul territorio dopo i fatti dell’altro giorno quando un uomo, in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche, ha danneggiato alcune autovetture in sosta in alcune vie di Rovereto e di cui noi abbiamo trattato la notizia.

Il fatto successo intorno alle 18:00 di ieri l’altro per le vie di Rovereto (TN) sotto gli occhi attoniti dei passanti. I Carabinieri sono subito intervenuti ma mentre tentavano di riportarlo alla calma, l’uomo
– un nigeriano di 36 anni già noto – si è scagliato contro di loro e l’auto di servizio, scaricando la propria violenza con spintoni, calci e pugni, dopo aver già aggredito un cittadino. Dopo alcuni concitati minuti, i Carabinieri sono riusciti a bloccarlo e a ripristinare la calma anche grazie all’arrivo di altre pattuglie e il supporto di un equipaggio della Guardia di Finanza e della Polizia Locale.

Una volta messo in sicurezza l’uomo è stato trasportato presso l’ospedale di Rovereto per gli accertamenti del caso e al termine arrestato dai Carabinieri per danneggiamento aggravato, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Ora si trova ristretto presso il carcere di Trento come disposto dalla Procura della Repubblica di Rovereto. Per l’indagato vige la presunzione di innocenza fino a quando la sua colpevolezza non sarà accertata con sentenza irrevocabile.

Intanto, per rafforzare le condizioni di sicurezza nell’aera di Rovereto, nei prossimi giorni la locale Compagnia Carabinieri raddoppierà i servizi sul territorio ricorrendo anche all’impiego dei militari neo giunti la scorsa settimana in Trentino oltreché al supporto da parte delle Stazioni presenti in Vallagarina e valli limitrofe.

«Vandalismi, spaccate di vetrine, baby gang, gesti clamorosi di escandescenza in pubblico, compiuti anche da adulti, non solo da ragazzini… gli operatori economici di Rovereto, così come i cittadini, sono esterrefatti ed esausti di assistere a episodi che solo cinque o dieci anni fa erano inconcepibili per la nostra comunità. È ora di intervenire con mano dura con chi getta fango sulla reputazione della nostra città» dichiara il presidente di Confcommercio Rovereto e Vallagarina Marco Fontanari.

Secolo Trentino