Attualità

Settembre rotaliano, la borgata di Mezzocorona in festa fino a domenica

Quattrocento volontari per 14 associazioni al servizio della comunità. Fino a domenica il Settembre rotaliano accende la borgata di Mezzocorona, che apre le proprie caneve, oltre a cantine e distillerie per valorizzare le migliori etichette ed i piatti tipici locali, strizzando l’occhio alla socialità e al turismo enogastronomico al quale il territorio della Rotaliana ha tanto da offrire. Oltre ai punti gastronomici Settembre rotaliano propone appuntamenti in biblioteca, laboratori, spettacoli di danza, musica dal vivo, mostre e mercatini. Il valore di questo appuntamento è stato messo in luce nel corso dell’inaugurazione, questa sera in piazza della chiesa, tra gli altri dal presidente della Provincia autonoma di Trento, dall’assessore provinciale al turismo, dal sindaco, dal nuovo presidente della Pro Loco, Daniele Postal e dalla presidente del Consorzio turistico Piana Rotaliana Koenigsberg, Daniela Finardi.

Il presidente della Provincia ha parlato dell’importanza di appuntamenti che vedono unite le diverse realtà del territorio, dimostrando fattivamente la volontà di collaborare attraverso iniziative che alimentano il senso di appartenenza. Fare comunità significa anche fare sintesi delle diverse istanze che arrivano dal basso, rappresentando con un’unica voce le le priorità a chi ha responsabilità di governo. La coesione di un territorio è infatti un fattore imprescindibili per compiere scelte aderenti ai bisogni delle persone. L’assessore provinciale al turismo ha osservato come la Rotaliana sia fortemente impegnata per diventare un distretto turistico di valore, puntando sulla cultura dell’ospitalità che viene portata avanti parallelamente alla secolare vocazione agricola. Guarda proprio allo sviluppo locale l’investimento garantito in occasione dell’ultimo assestamento di bilancio per la nuova funivia del monte di Mezzocorona: un sogno della comunità che si appresta a prendere forma.
Secolo Trentino