Eurozona

Pignedoli: “Assange è candidato al premio Sakharov 2022”

“Julian Assange è ufficialmente candidato al premio Sakharov 2022 per la libertà di pensiero, il massimo riconoscimento dell’Unione europea nel campo dei diritti umani che viene conferito ogni anno dal Parlamento europeo. Julian Assange è prima di tutto un simbolo: il simbolo del diritto dei cittadini di sapere la verità. Per questo sono molto soddisfatta di essere riuscita a raccogliere le firme degli europarlamentari necessarie a supportare la sua candidatura”, spiega in una nota Sabrina Pignedoli, europarlamentare del Movimento 5 Stelle eletta nella circoscrizione Nord Est.

“Questa candidatura nasce dalla constatazione che la detenzione di Assange è la rappresentazione di come il potere cerchi di ‘punire’ chi non si adegua alle verità preconfezionate. Con documenti, filmati e prove concrete, grazie alla sua associazione Wikileaks e in collaborazione con le principali testate giornalistiche del mondo, Assange ha permesso ai cittadini di conoscere orribili crimini di guerra, detenzioni arbitrarie, violazione dei diritti umani e casi di tortura non degni di Stati che si dicono democratici. Un lavoro giornalistico che è stato portato avanti oscurando fonti e dati sensibili, per evitare di mettere a rischio gli operatori sul campo. Il trattamento giudiziario che gli è stato riservato rappresenta un attacco alle libertà fondamentali di cui il Parlamento europeo, in primis, è orgoglioso di essere uno strenuo difensore. Questa candidatura vuole dunque rappresentare un messaggio di speranza per giornalisti, attivisti e cittadini: la democrazia non ha paura della verità”, conclude Pignedoli.

Secolo Trentino