Eurozona

Merkel avverte l’Europa su Putin e fa arrabbiare Melnyk

In un discorso di apertura della Fondazione Helmut Kohl, anche l’ex cancelliera Angela Merkel ha parlato della guerra in Ucraina. Ha anche commentato le relazioni con la Russia. L’ambasciatore ucraino Andriy Melnyk è rimasto scioccato per le dichiarazioni rilasciate dall’ex Cancelliere.

L’ambasciatore ucraino in Germania, Andriy Melnyk, è rimasto sconvolto dalle dichiarazioni dell’ex cancelliera Angela Merkel . La Merkel ha tenuto un discorso alla cerimonia di apertura della “Bundeskanzler-Helmut-Kohl-Foundation”. In esso, la Merkel ha affermato che Kohl avrebbe certamente “fatto tutto il possibile” per proteggere e ripristinare la sovranità e l’integrità dell’Ucraina. E poi ancora: Allo stesso tempo, Kohl non ha mai perso di vista “il giorno dopo”.

Se la politica di Kohl venisse trasferita ai giorni nostri, allora per Angela Merkel sarebbe da “Prendere sul serio le sue parole, non liquidarle a priori come se fossero un bluff ma confrontarcisi seriamente non è affatto un segnale di debolezza, ma di saggezza politica. Una saggezza che aiuta a mantenere un margine di manovra o a svilupparne di nuovi”.

Melnyk ha reagito con rabbia alle dichiarazioni della Merkel su Twitter . Scrive: “Difficile da credere: l’ex cancelliere, che ha reso possibile l’aggressione di Mosca contro gli ucraini con i suoi anni di intimità Putin-friendly, filosofeggia spudoratamente su ‘come si possono sviluppare nuovamente relazioni con la Russia’.

Angela Merkel commenta raramente l’attuale situazione politica. Non vuole davvero essere coinvolta, ma sono dichiarazioni che hanno un peso.

Secolo Trentino