Post-it Vannucci

Il Post-It di Marco Vannnucci: PresidentA delle sue brame

Cara Presidente, oppure preferisce Presidenta? Presidentessa è in uso nel vocabolario Treccani? Sicuramente si. Ah, la Treccani! Culla e vanto della cultura italiana fondata da Giovanni Treccani e Giovanni Gentile… Oddio! Giovanni Gentile, il professore fascista Ministro della cultura e della Riforma scolastica nonché autore della “lettera agli italiani”, ma proprio la Treccani doveva rammentare, Presidenta?

Un altro vocabolario non sarebbe stato più congeniale? Un Feltrinelli, per esempio, oppure uno dei tanti dove, negli anni 60, descrivevano le foibe come folklore tipico slavo. Viceversa ha rammentato il dizionario del male assoluto: la Treccani fondata da Giovanni Gentile in piena era fascista. Chissà se dall’altra parte del guado, il prof. Gentile, sorriderà sotto i baffi. Un lapsus, Presidenta? Già che l’abbia nominato credo le farà bene pure lo sfogliarlo un po’, così potrà capire la differenza tra sovranità alimentare e sovranismo, che tanto la inquieta, come ha scritto in un suo cinguettio su Twitter.

Al proposito dei cinguettii, Presidenta, lasci che sia il mio pappagallo a fischiare per farsi bello con le pappagalline, viceversa lei, con i suo cinguettii, attira solo i rumori tipici di chi sporge la lingua fuori dalla bocca soffiandoci sopra. Come Alberto Sordi nella famosa scena de I Vitelloni, per intendersi. Lei è stata Presidenta della Camera dei deputati, per la quale ancora oggi gode di enormi benefici come l’ufficio ad aeternum con tanto di scorta, per non parlare di una pensione adeguata al rango.

Leggere i suoi cinquettii, Presidenta, lascia intendere che mai sì carica fu in pessime mani. Non rechi ulteriore oltraggio a quella poltrona dove sedette Francesco Crispi, PresidentA. Per il resto porti pazienza, pure Mameli, nel suo inno, non citò le sorelle ma i fratelli d’Italia. Che non c’è differenza, ed è per questo il consiglio nel studiare –bene- il vocabolario fondato da Giovanni Gentile, fascista. Studi e ne faccia tesoro, Presidenta, giacché s’è pure autoproclamata come lo zoccolo duro della sinistra italiana.

Al maschile. In questo caso le è convenuto esprimersi al maschile, Presidenta, al femminile non sarebbe stata cosa.

Marco Vannucci

Riguardo l'autore

marcovannucci

Toscano di Pisa. Letterato e storico, amante del gusto della verità. Docente e bibliotecario a tempo perso, scrittore a tempo scaduto. La massima preferita?
Vivere. Il resto non è interessante.

Secolo Trentino