Economia

Predazzo: finanziato l’adeguamento dello Stadio del salto

34.928.000 euro: a tanto ammonta il contributo concesso oggi al Comune di Predazzo dalla Giunta provinciale, con un provvedimento proposto dal presidente Maurizio Fugatti, per i lavori di adeguamento dello Stadio del salto “G. dal Ben” in località Stalimen. L’intervento rientra tra quelli connessi allo svolgimento delle Olimpiadi invernali 2026. Il contributo è relativo alle Unità Minime Autonome Funzionali 1 (Opere sportive principali), 2 e 3 (Innevamento e ascensore inclinato).

Un contributo di 1.532.000 euro era stata anticipato al Comune di Predazzo, con un provvedimento della Giunta provinciale dello scorso mese di settembre, per la realizzazione dell’Unità Minima Autonoma Funzionale 0 (Demolizioni e viabilità).

Quel provvedimento, con cui era stato anticipata una parte del contributo, era stato adottato in attesa della conclusione dell’iter amministrativo relativo al contributo statale di 12.870.000 euro assegnato alla Provincia e da utilizzare per l’intervento a Predazzo. Nel bilancio provinciale è stata recentemente accertata l’entrata relativa al contributo statale e quindi la Giunta ha deciso di finanziare anche le altre Unità Minime Autonome Funzionali.

Al contempo sono stati previsti nuovi autobus elettrici per la città di Trento e per il sistema Brt (Bus rapid transit) delle Valli di Fiemme e Fassa, con le relative infrastrutture oltre ad un’integrazione di spesa per l’acquisto di materiale rotabile ferroviario. Ammonta a 27,74 milioni di euro l’investimento sulla mobilità del Trentino, approvato oggi dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore ai trasporti, Mattia Gottardi. Una iniziativa che guarda al triennio 2022-2024. “L’Amministrazione provinciale scommette sulla mobilità verde per l’intero territorio, dalla città capoluogo ai territori più distanti, in un’ottica di sviluppo del sistema trasportistico destinato a residenti e ospiti anche in vista dell’importante appuntamento con i Giochi invernali 2026” sono le parole dell’assessore Gottardi.

Entrando nel merito degli investimenti previsti, 4,7 milioni di euro sono destinati all’acquisto di 7 autobus elettrici di 12 metri a servizio di Trento e sobborghi, stanziati alla luce della convenzione sottoscritta con il Comune beneficiario di un contribuito statale ad hoc, nell’ambito del Pnrr. Questo importo si aggiunge peraltro ai quasi 7,9 milioni di euro già concessi da Piazza Dante a Trentino trasporti per l’acquisto di altri 9 autobus elettrici.
Altri 20 milioni di euro, di cui la Provincia ha beneficiato nell’ambito del decreto “Olimpiadi”, saranno invece investiti per l’acquisto di 32 autobus elettrici di 12 metri e della necessaria infrastruttura di ricarica per il sistema Brt. Sempre attraverso lo stesso decreto, Piazza Dante ha potuto integrare di 3 milioni di euro la somma di 33,1 milioni già impegnata per l’acquisto di 3 treni a propulsione innovativa, alla luce del caro materiali.
Infine, 30mila euro sono stati concessi a Trentino trasporti per manutenzioni e implementazione delle componenti del sistema hardware, palmari, emettitrici self service e tabelloni informativi.

Secolo Trentino