Attualità

Passo Rolle, consegnati i lavori per la variante stradale “Busabella”

“Come dal cronoprogramma che ci eravamo prefissati oggi siamo qui a Passo Rolle per la consegna del cantiere di un’opera che andrà a garantire una viabilità più sicura e che permetterà l’accesso al passo anche in inverno azzerando il rischio valanghe. Questo intervento rientra nel progetto complessivo di riqualificazione dell’intera area ed è un ulteriore step propedeutico alla realizzazione del collegamento San Martino-Passo Rolle, che andrà in appalto entro fine anno”. Così il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti alla consegna dei lavori per l’opera di riordino viabilistico della S.S. 50 del Grappa e del Passo Rolle dal km 93+060 al km 94+830.

I lavori sono stati assegnati alla Cooperativa Lagorai che si è aggiudicata l’appalto per circa 4.164.794,11 di euro (comprensivo degli oneri per la sicurezza di 202.073,44 euro). I prossimi mesi saranno destinati all’avvio del cantiere da un punto di vista amministrativo.

Con il presidente Maurizio Fugatti alla consegna dei lavori erano presenti il presidente della Comunità di Primiero Roberto Pradel, il sindaco del Comune di Primiero San Martino di Castrozza Daniele Depaoli, il sostituto dirigente provinciale Carlo Benigni, il presidente del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino Valerio Zanotti. La Cooperativa Lagorai era rappresentata dal titolare Paolo Burlini. Il tempo utile per l’ultimazione dei lavori è fissato in 910 giorni. L’apertura del traffico è quindi prevista per l’autunno del 2024.

L’intervento prevede la realizzazione di un nuovo tratto stradale di complessivi 1.543,60 metri, con una diramazione dell’attuale sede della Strada statale 50 al km 94+280 e la riconnessione alla medesima strada statale al km 92+630 in località “Acqua Benedetta” in prossimità del Passo Rolle al fine di portare la nuova viabilità in zona sicura da fenomeni valanghivi. Il Torrente Cismon sarà superato con un ponte a campata unica di 35 metri. Sono stati inseriti dei sottopassi faunistici per la fauna esistente. La sede stradale nel nuovo tratto avrà un’ampiezza di 6,5 metri. L’attuale Strada statale 50 nel tronco dismesso verrà rinaturalizzata.

Il sindaco del Comune di Primiero San Martino di Castrozza Daniele Depaoli ha voluto ricordare come “negli anni scorsi la strada veniva spesso chiusa a causa delle precipitazioni nevose “la consegna di questo cantiere è quindi un traguardo, un valore importante per tutta la comunità perché grazie a questo intervento la strada non sarà più chiusa per il rischio valanghe. Altro aspetto importante è dato dal fatto che questo progetto rende compatibile da un punto di vista urbanistico la realizzazione dell’impianto di collegamento San Martino Passo Rolle. Un grande grazie va al presidente della Giunta provinciale che come sempre ha dimostrato una grande attenzione verso il nostro territorio e in particolare, in questo caso, per il Passo Rolle”.

Il presidente della Comunità Roberto Pradel ha voluto invece ringraziare le strutture provinciali per la proficua collaborazione “si tratta di un’opera che ha avuto un lungo iter. È quindi con immensa soddisfazione che oggi siamo qui per dare concretezza ad un progetto che diventerà presto realtà.”

Secolo Trentino