Gossip

Canta “Faccetta nera al GF Vip”: ora rischia l’espulsione

   

Nuove e pesanti polemiche prima della puntata andata in onda ieri, giovedì 10 novembre, quando  Micol Incorvaia, mentre si truccava insieme ad altre concorrenti, avrebbe intonato le parole di “Faccetta Nera”. La ragazza sembra aver cantato solamente due versi della canzone legata al fascismo che però hanno fatto insorgere molti utenti sui social.

La questione fascismo era emersa anche durante l’edizione del 2020 quando Fausto Leali in una conversazione con i compagni fece riferimenti espliciti al fascismo. “Ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni. È andato poi con Hitler. Nella storia, Hitler era un fan di Mussolini”, disse. “La cultura è cultura, sia che arrivi da destra che da sinistra” aggiunse. Leali inoltre usò la parola “neg*o” nei confronti di Enock Barwuah, che gli costò la squalifica dal Grande Fratello.

Faccetta nera, bell’abissina…”, la canzone risalente al 1935, ovvero al regime fascista guidato da Benito Mussolini. Dal video che sta circolando in queste ore su Twitter non si vede chiaramente chi stia intonando il brano, ma molti utenti non hanno dubbi, è stata proprio lei: Micol. “Un inno al Fascismo, la più brutta pagina della storia italiana. Un bruttissimo messaggio per milioni di telespettatori. Ricordiamo che in Italia l’apologia di Fascismo è REATO. Chiediamo la squalifica”, scrive un utente.

Secolo Trentino