Attualità

Corteo femminista di Roma: prima vittima Giorgia Meloni, insulti e minacce, una vergogna!

“Dalla piazza di Roma arriva un altro messaggio di odio contro il presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Striscione inqualificabile che riporta la scritta: “Meloni fascista sei la prima della lista”. Trovo vergognoso che celebrando una giornata che parla della violenza sulle donne si possa rispondere attaccando una donna, presidente del consiglio. Boldrini e femministe condanneranno l’episodio?”.
Lo dichiara il deputato di Fratelli d’Italia Grazia Di Maggio.

“Sarebbe interessante conoscere il pensiero di Laura Boldrini, del Pd e delle femministe dopo l’ennesimo messaggio di odio arrivato oggi dal corteo di Roma che si chiude con uno striscione con la scritta: “Meloni fascista sei la prima della lista”. Singolare che in una manifestazione contro la violenza alle donne si inneggi alla violenza contro il primo premier donna dell’Italia”.
Lo dichiara il deputato di Fratelli d’Italia Massimo Ruspandini.

Roma Giorgia Meloni attaccata

“Anche oggi, durante il corteo contro la violenza sulle donne, le attiviste di ‘non una di meno’ non hanno perso occasione per mostrare il loro lato peggiore. Manifestare a tutela delle donne e augurare al presidente Meloni la morte, rivolgerle insulti sessisti o mostrare striscioni dal contenuto violento cozzano molto con la nostra idea di democrazia e rispetto, questo non è manifestare un libero pensiero di critica, questo è odio e ci auguriamo che tutte le donne del mondo politico, femministe e non, esprimano vicinanza a Giorgia Meloni che colpe non ha se non quelle di essere donna e Presidente del consiglio dal lato sbagliato della barricata per loro”. Lo dichiara Antonella Zedda, senatore di Fratelli d’Italia e vicepresidente del gruppo.

La DIGOS ha verificato la provenienza delle persone che hanno portato i vari striscioni con messaggi di minaccia e di violenza. 26.11.2022

Secolo Trentino