Attualità

Canale di Tenno inaugurati i mercatini e la mostra su Cainelli

Nella prima Domenica di Avvento, Tenno ha inaugurato ufficialmente il calendario degli eventi di Natale, a partire dalla nuova edizione del Mercatino a Canale, uno dei borghi più belli d’Italia. Al taglio del nastro, che si è tenuto alle 10.30, erano presenti il vicepresidente della Provincia e assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione Mario Tonina e l’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli, il presidente della Comunità Alto Garda e Ledro Claudio Mimiola, il sindaco di Tenno Giuliano Marocchi, l’assessore comunale alla cultura Giancarla Tognoni, nonché i volontari del Comitato Ville del Monte che da oltre vent’anni, guidati dal presidente Erino Marocchi, organizzano uno degli eventi natalizi più apprezzati dell’Alto Garda. A seguire, sempre nel bellissimo borgo di Canale, l’apertura della nuova mostra della Casa degli Artisti “Giacomo Vittone”, che accompagnerà i visitatori durante il periodo natalizio, dal titolo “Carlo Cainelli. Un segno virtuoso”.

“Manifestazioni come questa non si improvvisano ma si costruiscono nel tempo grazie a tutti i volontari che con impegno e professionalità contribuiscono al successo di questa iniziativa, allestita a Canale, uno dei borghi più belli d’Italia”, queste le parole del vicepresidente Tonina al taglio del nastro del mercatino. “I numeri di questo Natale sono promettenti – ha aggiunto l’assessore provinciale Spinelli – anche per iniziative come questa che sanno coniugare l’aspetto commerciale dei prodotti trentini, la tradizione e la cultura, l’augurio è che sia davvero un Natale di ripartenza”.
Il sindaco Marocchi ha quindi ripercorso i numeri di questa edizione, la diciottesima, articolata in ben 61 espositori e animata da altre iniziative, grazie ai volontari della zona “vero motore e cuore delle piccole comunità come la nostra”.
Dopo il taglio del nastro dei mercatini, l’inaugurazione della mostra dedicata al pittore e incisore trentino Carlo Cainelli e allestita presso la Casa degli Artisti, alla presenza del nipote di Cainelli, che porta lo stesso nome, e della curatrice, Roberta Bonazza. L’assessore Spinelli, nel ringraziare il nipote, “donatore d’arte”, che ha prestato molte delle opere esposte, ha evidenziato come la mostra rappresenti “un felice momento dell’arte trentina, quella della scuola roveretana, e quindi un’occasione per tutti i visitatori di conoscere questo momento importante della nostra storia”. Il vicepresidente Tonina ha spiegato come Casa Artisti riesca a “garantire nel corso dell’anno una serie di manifestazioni importanti e significative, condivise con il territorio, è un vero gioiello per la comunità”. Quindi il presidente Mimiola ha parlato della Casa come di “un unicum, un’opera d’arte”, mentre il sindaco Marocchi ha illustrato gli importanti numeri che questo piccolo museo riesce a fare, ponendosi come contenitore di iniziative con “uno sguardo globale sul mondo”; infine l’assessore comunale Tognoni ha spiegato come “il programma del prossimo anno presenterà importanti sorprese”, ringraziando la generosità dei prestatori e in particolare del nipote Carlo Cainelli.

La ricetta del Mercatino di Natale a Canale è rimasta invariata e prevede tassativamente la presenza di espositori che garantiscono prodotti “handmade”, di produzione artigianale propria, e prodotti dell’ecogastronomia locale, del Tennese e del territorio dell’ecomuseo della Judicaria “Dalle Dolomiti al Garda”, di cui Tenno fa parte fin dalla sua costituzione, rappresentando proprio il lembo di terra che dal mondo delle Alpi e delle vallate tipicamente montane si arriva al clima mediterraneo del grande lago di Garda. 
Il programma del Mercatino prevede una varietà di eventi di intrattenimento e di spettacolo che animeranno il borgo insieme agli espositori ospitati negli avvolti e negli androni delle case del borgo.

La mostra “Carlo Cainelli. Un segno virtuoso” allestita presso la Casa degli Artisti “Giacomo Vittone”, propone un approfondimento sula figura del pittore e, soprattutto, incisore trentino (Rovereto 1896 – Firenze 1925) attraverso una quarantina fra disegni ed incisioni dedicate alle città del centro Italia che l’artista – trasferitosi a Firenze per gli studi accademici – impara a conoscere ed amare. Si tratta di una produzione realizzata fra il 1918 ed il 1924, dove si può ammirare la maturità del segno e la straordinaria capacità tecnica di uno dei migliori e più geniali incisori trentini. La mostra è composta da pezzi provenienti da collezioni private ed è stata realizzata grazie alla collaborazione del nipote del pittore, che porta lo stesso nome, Carlo Cainelli.
Info: ingresso libero tutti i giorni (10-12 / 13-17) tranne il lunedì e i giorni 24, 25, 31 dicembre. 

L’apertura darà il via ad un calendario ricchissimo di eventi in tutte le frazioni del Comune di Tenno, con eventi di teatro, cinema e musica, fra cui un bellissimo “Filò di Natale con Giacomo Floriani” a Pranzo (18/12), i Concerti con il Coro Lago di Tenno e con i piccoli cantori del coro “Happy Singers” (11/12 e 1 gennaio), la rassegna di Profumi e Armonia di Natale con le associazioni locali coordinate da Crescendo nel Tennese(8/12), il Teatro A Gonfie Vele, con Luciano Gottardi e il suo “Truffaldino e la magia del Natale” (4/12).

Secolo Trentino