Sport

CEV Champions League martedì alla BLM Group Arena: Trentino ITAS-Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle

CEV Champions League in scena per la seconda volta in questa stagione alla BLM Group Arena: martedì 29 novembre l’impianto in via Fersina a Trento ospiterà il terzo turno della Pool D della fase a gironi del massimo torneo continentale, che vedrà la Trentino Itas ospitare i due volte Campioni in carica del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle nel remake delle SuperFinals 2021 e 2022. Fischio d’inizio previsto per le ore 20.30 italiane: diretta su Eurosport 2 HD, Radio Dolomiti e discovery+.


Dopo la battuta d’arresto casalinga di sabato sera con Milano, nel nono turno di SuperLega, la formazione gialloblù ha subito l’occasione per voltare pagina e dare ulteriore significato al proprio sin qui perfetto percorso europeo grazie al match casalingo contro i polacchi. “Si tratta di uno scontro al vertice della classifica della Pool D, ma è anche una sfida che per entrambi i Club significa tanto perché è impossibile dimenticare dove siano arrivate le due squadre nelle ultime edizioni del torneo – ha spiegato l’allenatore Angelo Lorenzetti presentando l’appuntamento – Affronteremo questo match di fronte al nostro pubblico e saremo ancora più stimolati a cercare un risultato che è importante soprattutto per la corsa alla qualificazione ai Playoffs. Daremo il massimo per conquistare una vittoria carica di significati; i giocatori che erano in rosa anche nella passata stagione sanno quanto significhi anche dal punto di vista psicologico“.

Il tecnico marchigiano deve fare a meno solo di Oreste Cavuto e completerà la preparazione alla partita con le sessioni di questo pomeriggio e di martedì mattina. L’appuntamento corrisponderà con la 200^ partita internazionale della storia di Trentino Volley; il dato tiene conto di 117 gare in Champions League, 3 in Top Teams Cup, 37 in CEV Cup e 42 nel Mondiale per Club. Il bilancio è di 160 vittorie e di appena 39 sconfitte. Il risultato che si è verificato più volte è il successo per 3-0 (93, il 46,7%); due i meno frequenti: la sconfitta per 0-3 e per 1-3 (11 volte a testa). Il giocatore gialloblù che ha disputato più partite gialloblù è Kaziyski (98 in questa circostanza).

È invece un Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle rinnovato quello che si presenta di nuovo al cospetto di Trento. La squadra che ha superato 3-0 la Trentino Itas a Lubiana lo scorso 22 maggio non è infatti più allenata da George Cretu e non può contare sull’mvp di quel match, lo schiacciatore Semeniuk passato a Perugia. La Società ha comunque trovato in fretta i sostituti; dalla Russia è arrivato il tecnico finlandese Tuomas Sammelvuo e in posto 4 si è deciso di puntare sul bulgaro Karyagin (lo scorso anno a Monza), che però ultimamente è stato utilizzato poco: in banda stanno infatti trovando più facilmente spazio Zalinski o Staszewski. I punti di forza rimangono quindi l’opposto Kaczmarek, il martello Sliwka, il libero Shoji e i centrali Smith e Huber. Quest’ultimi due sono ancora ai box per problemi fisici; ecco perché in estate la Società si è assicurata anche l’olandese Wiltenburg e il russo Pashitskii (ex San Pietroburgo).

La dodicesima partecipazione alla CEV Champions League è iniziata con due vittorie, risultati che hanno garantito il primo posto in classifica nel girone; meno lineare la situazione nella PlusLiga polacca, dove la squadra si trova attualmente al quarto posto, con nove vittorie in dodici partite giocate. L’ultima è arrivata proprio sabato sera con il Belchatow degli ex gialloblù Lanza e Kooy, sconfitti a domicilio al tie break. 

Dopo lo svolgimento di due delle sei giornate in programma, la classifica del girone è guidata a punteggio pieno proprio da Kedzierzyn-Kozle e Trento, grazie ad un identico cammino, fatto di una vittoria per 3-0 sul Menen e di una per 3-1 su Karlovarsko, che chiudono la classifica a quota zero. Le due partite in programma in questo turno serviranno a dare una fisionomia ben precisa sia in vetta sia in coda, visto che mercoledì 30 in Repubblica Ceca si giocherà il confronto fra i padroni di casa e i belgi.  Al termine di questa fase (l’ultima partita è prevista per il 25 gennaio 2023) la prima classificata di ogni girone accederà direttamente ai quarti di finale, mentre la seconda classificata e la migliore terza dei cinque raggruppamenti si qualificano per gli ottavi di finale, che saranno caratterizzati da scontri diretti con gare di andata e ritorno.

I due Club vantano una lunga serie di confronti diretti nelle Coppe Europee, tant’è vero che lo Zaksa rappresenta la squadra straniera affrontata il maggior numero di volte da Trentino Volley con dieci precedenti ufficiali. Oltre alle due recenti Finali della competizione (1° maggio 2021 a Verona, 3-1 per i polacchi; 22 maggio 2022 a Lubiana, 3-0 per i polacchi), il duello è andato in scena nella fase a gironi delle edizioni 2012, 2013 e 2018 della Champions League e nella semifinale di Coppa CEV 2015. Il bilancio è di 5-5, con Trento che però ha perso gli ultimi quattro scontri diretti, tenendo conto anche delle partite giocate il 20 dicembre 2017 in Polonia e poi il 14 febbraio 2018 alla BLM Group Arena. Contro la formazione polacca Matey Kaziyski ha realizzato un record di Trentino Volley relativo alle coppe europee: quello degli ace realizzati in una sola partita da un singolo giocatore gialloblù. Il 28 marzo 2015 proprio contro lo Zaksa, il capitano firmò 8 ace personali, contribuendo in maniera decisa al successo casalingo per 3-2.

La gara sarà diretta da Fabrice Collados, primo arbitro proveniente da Vienne (Francia), e Igor Schimpl, di Bratislava (Slovacchia). L’unico a vantare precedenti con Trentino Volley è il transalpino che curiosamente aveva ricoperto il ruolo di primo arbitro anche nella Finale del 22 maggio 2022 a Lubiana. Oltre a quella partita aveva incrociato i colori gialloblù in altre cinque occasioni, tutte riferite alla Champions League: Trentino-Ceske Budejovice 3-0 del 10 dicembre 2009 (fase a gironi), Maaseik-Trento 1-3 del 14 gennaio 2014 (andata dei quarti di finale), Civitanova-Trento 0-3 del 16 aprile 2016 a Cracovia (semifinale), Izmir-Trento 1-3 del 1° febbraio 2018 (fase a gironi) e la Finale Kazan-Trento 3-2 del 17 aprile 2016, sempre a Cracovia.

Secolo Trentino