Cultura

PIGUI EXPERIENCE – Jech de realtà virtuèla – Museo Ladino di Fassa

È di oggi, 1 dicembre 2022 la presentazione ufficiale alla stampa del progetto PIGUI EXPERIENCE – Melaur Ladin da salvèr. Un tesoro speciale e da valorizzare, fatto dei reperti archeologici rinvenuti nella località i Pigui di Mazzin, testimonianza preziosa delle prime popolazioni retiche che hanno abitato la Val di Fassa. Grazie all’iniziativa della Majon di Fascegn – Museo Ladino di Fassa, questo tesoro rivivrà con tutta la contemporaneità del ventunesimo secolo, tra nuove tecnologie e audaci ricostruzioni vicine ai giovani, ma non solo (si può giocare dai 9 ai 99 anni!) e capaci di educare divertendo.

Un’idea extra-ordinaria, per un progetto rispettoso della storia ma, al tempo stesso, sorprendente e ingaggiante; con l’obiettivo di sviluppare una maggiore conoscenza e coscienza della storia del popolo ladino negli abitanti di Fassa, ma anche nei tanti turisti
che visitano il Museo Ladino.

Sarà un percorso da “eroi” a disposizione dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00 (su prenotazione) recandosi nella sede del Museo Ladino di Fassa, dove un visore (di quelli per la realtà virtuale) ci condurrà sulla soglia di un portale magico per un viaggio nel tempo, a circa 2.400 anni fa, per salvare dall’Oblio il popolo retico.

Un’esperienza in un mondo perduto e affascinante tra fantasia, interazione e gioco, per sviscerare una realtà antica, ancestrale, sconosciuta, magica, fatta di ritualità e territorio, riscoprendosi eroi della ladinità contemporanea.

Sarà n percors da “eroes” a la leta dal lunesc a la sabeda, da les 3 a les 7 domarena (aldò de prenotazion) te Museo Ladin de Fascia, olache se troarà n vijor (de chi per la realtà virtuèla) con chel che se podarà passèr ite na porta magica per n viac tel temp, acà presciapech 2.400 egn, per salvèr l popul retich dal Solentum. Na esperienza te n mondo perdù e maraveous anter fantasia, interazion e jech, per descorir na realtà veiora, “atavica”, no cognosciuda, magica, fata de ritualità e teritorie, per doventèr eroes de la ladinità da anchecondì.

Secolo Trentino